Pil, allarme crescita, UE, l’Italia crescerà solo dello 0,2%

 06 febbraio 2019

E l’esecutivo litiga ancora sulla Tav

Dal Fondo Monetario e dall’Unione europea arriva l’allarme sulla nostra crescita, con la previsione di un aumento dei rischi di recessione, e il taglio drastico delle stime del Pil: Bruxelles si appresta insomma a rivedere il Pil allo 0,2%, ben lontano perciò dalla sua stessa ultima previsione (1,2) e da quella inserita dal governo in manovra (1). Tutto mentre il dossier sull’alta velocità è stato consegnato a Parigi, e questa consegna ha fatto litigare di nuovo il governo. C’è l’ira del vicepremier Salvini, che definisce bizzarro che l'analisi costi-benefici la conoscano i francesi, e non lui. C’è l’altro vicepremier Di Maio che dice che anche lui non l’ha letta, e invita il collega a stare tranquillo. E c’è il ministro Toninelli che prova a minimizzare. Intanto la Camera ha detto sì alla fiducia sul decreto semplificazioni.
Pil, allarme crescita, UE, l’Italia crescerà solo dello 0,2%

Share this story: