Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: in arrivo sulle regioni italiane freddo e vento, una corrente gelida, proveniente dalla Russia, farà diminuire di molti gradi le temperature
- Stati Uniti: il presidente Trump oggi visiterà le zone della California devastate dagli incendi, intanto il bilancio è salito a 71 morti, mille gli sfollati
- Roma: oggi si riunirà l'Assemblea Nazionale del Pd per le date di Congresso e Primarie, l'ex ministro Minniti non ha sciolto la riserva sulla corsa alla segreteria
- Folgaria (Tn): un uomo ha ucciso il figlio della compagna, si è barricato in casa e poi si è suicidato, la donna fuggita da una finestra sul retro
- Francia: manifestazioni in tutto il Paese contro il caro carburante, a Pont de Beauvoisin una manifestante è morto travolta da un auto
- Trapani: confiscati beni per un valore di 21 milioni di euro a due imprenditori, sono accusati di essere legati al boss latitante Matteo Messina Denaro
- Calcio: questa sera, a Milano, Italia-Portogallo di Nations League, in 70mila a San Siro, tutti i goal e le emozioni in diretta su Rtl 102.5
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
26 ottobre 2018

Pordenone, sigilli a sette centri massaggi cinesi

Il controllo amministrativo prevedeva anche la presenza dell'azienda sanitaria locale

Personale della Polizia di Stato-Questura di Pordenone ha proceduto al controllo amministrativo di sette 'Centri Massaggi Cinesi' ubicati nel capoluogo cittadino. All'operazione ha partecipato anche personale della locale Azienda Sanitaria, Dipartimento Prevenzione e Igiene e Dipartimento Sicurezza sul Lavoro, dell'Ispettorato del Lavoro, del Comune di Pordenone nonché due pattuglie del locale Comando di Polizia Locale. Finalità dei controlli è stata la verifica della tipologia dell'attività praticata all'interno dei centri e del rispetto delle diversificate normative di riferimento in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, immigrazione, possesso di titoli professionali, norme igieniche. All'esito delle attività sono state accertate e riscontrate alcune violazioni amministrative rispetto al "Regolamento Comunale per la disciplina delle attività di estetista, acconciatore, tatuaggio e piercing", nonché carenze dal punto di vista igienico-sanitario e violazioni in materia di edilizia privata ed urbanistica, contesto violativo, al seguito del quale sono stati apposti i sigilli a 7 'centri massaggi'.

Pordenone, sigilli a sette centri massaggi cinesi