Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: Governo, il Premier Conte in settimana riferirà in Parlamento su Russiagate, tensioni tra M5s e Lega su Autonomie
- Kazakistan: missione Beyond, Luca Parmitano sulla Stazione Spaziale internazionale, fantastico essere qui, il rientro tra 200 giorni, per la prima volta un italiano sarà a capo di una missione sulla ISS
- Roma: raffica di scioperi nei trasporti la prossima settimana, mercoledì stop di tutti i settori, solo gli aerei si fermeranno per 4 ore il 26 luglio
- Roma: migranti, Salvini al collega francese Castaner, Italia non è campo profughi Ue, da giovedì Ong Sos Mediterranèe e MSF di nuovo verso Libia
- Torino: Tav, venti attivisti denunciati per aver appiccato un incendio nel cantiere di Chiomonte, lancio di razzi e petardi contro la polizia
- Roma: torna l'afa in Italia, arrivata una nuova un'ondata di caldo torrido al Centro-Nord, previsti picchi oltre i 35 gradi
- Giappone: oggi si vota per il rinnovo della camera alta del Parlamento, favorito il partito del premier Shinzo Abe
- Roma: lutto nel mondo dello spettacolo, è morta l'attrice Ilaria Occhini, aveva 85 anni
- Calcio: a Singapore la Juventus affronterà il Tottenham in una partita amichevole, fischio d'inizio alle 13,30
- Ciclismo: Tour de France,oggi la 15esima tappa da Limoux a Foix Prat d’Albis, la maglia gialla resta sulle spalle di Alaphilippe
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
05 dicembre 2018

Quasi 7 medici su 10 sono stati aggrediti dai pazienti

Lo rivela il sindacato Anaao Assomed, la percentuale aumenta al Sud

Dal tentativo di strangolamento fino a stupri o vere e proprie spedizioni punitive, ma anche parolacce e insulti. Il 66% dei medici, ovvero quasi 7 su 10, dichiara di aver subito un'aggressione da parte dei pazienti. Di questi, oltre due su tre sono stati aggrediti verbalmente, mentre la restante parte fisicamente. E' una sorta di bollettino di guerra quello che emerge dall'ultimo sondaggio condotto dal sindacato Anaao Assomed, ancora tragicamente attuale dopo l'aggressione al medico di Crotone ferita gravemente al collo con un cacciavite. Le aree più a rischio sono la psichiatria e il pronto soccorso, ma soprattutto i pericoli maggiori si corrono nel Mezzogiorno: arriva infatti al 72% nel Sud e nelle Isole il numero di medici che denuncia aggressioni, e sale all'80% tra chi, di loro, lavora nei pronto soccorso.

Quasi 7 medici su 10 sono stati aggrediti dai pazienti