Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: Italia - Francia, è disgelo, l'ambasciatore di Parigi Masset è tornato a Roma, arriva l'invito di Macron, il presidente Mattarella andrà in Francia
- Usa: presidente Trump dichiara l'emergenza nazionale per il muro con il Messico, i governatori di California e NY fanno causa, è abuso di potere
- Roma: Claudio Borghi (Lega), dopo il voto di maggio, l'Italia deve lasciare l'Unione Europea, se l'Ue resta tossica
- Bruxelles: l'Ue sulla Tav, l'Italia chiarisca come rispetterà gli impegni presi, potremmo revocare i fondi
- Usa: 5 morti in una sparatoria avvenuta in un centro commerciale in Illinois, feriti anche 5 poliziotti, l'uomo che ha fatto fuoco è morto
- Usa: caso Russiagate, procuratore Mueller chiede 19-24 anni carcere per Manafort , è l'ex responsabile per la campagna presidenziale di Donald Trump
- Varese: Umberto Bossi migliora, medici, è stabile e reattivo e non sarebbe in pericolo di vita
- Calcio: serie A, anticipo, Juventus-Frosinone 3-0, bianconeri a +14 sul Napoli, oggi Cagliari-Parma e Atalanta-Milan
- Formula 1: è stata presentata a Maranello la nuova Ferrari SF 90, rosso meno acceso, linee essenziali, Elkann, voglio una Ferrari che unisca il Paese
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
05 dicembre 2018

Quasi 7 medici su 10 sono stati aggrediti dai pazienti

Lo rivela il sindacato Anaao Assomed, la percentuale aumenta al Sud

Dal tentativo di strangolamento fino a stupri o vere e proprie spedizioni punitive, ma anche parolacce e insulti. Il 66% dei medici, ovvero quasi 7 su 10, dichiara di aver subito un'aggressione da parte dei pazienti. Di questi, oltre due su tre sono stati aggrediti verbalmente, mentre la restante parte fisicamente. E' una sorta di bollettino di guerra quello che emerge dall'ultimo sondaggio condotto dal sindacato Anaao Assomed, ancora tragicamente attuale dopo l'aggressione al medico di Crotone ferita gravemente al collo con un cacciavite. Le aree più a rischio sono la psichiatria e il pronto soccorso, ma soprattutto i pericoli maggiori si corrono nel Mezzogiorno: arriva infatti al 72% nel Sud e nelle Isole il numero di medici che denuncia aggressioni, e sale all'80% tra chi, di loro, lavora nei pronto soccorso.

Quasi 7 medici su 10 sono stati aggrediti dai pazienti