Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: caso Sea Watch, la nave ha forzato il blocco ed è davanti al porto di Lampedusa, attracco in serata, sul molo schierati i carabinieri
- Roma: caso Sea Watch, ira di Salvini, è atto ostile, l'Olanda si faccia carico, segretario Pd Zingaretti chiede un incontro al premier Conte
- Roma: afa e caldo africano, temperature in aumento, domai bollino rosso in sei città, ministro Salute Giulia Grillo, al pronto soccorso solo se necessario
- Francia: Notre-Dame, l'incendio dello scorso aprile forse per una sigaretta spenta male oppure per un cortocircuito, scartata l'ipotesi dolosa
- Roma: in serata il Cdm chiamato a definire la risposta alla Commissione Ue per evitare la procedura d'infrazione per debito eccessivo, tensione Lega-Cinque Stelle su Alitalia e Autostrade
- Manduria (Ta): anziani torturati da baby gang, altri nove nuovi arresti, otto sono minorenni, spunta una terza vittima
- Usa: choc e polemiche per la foto del migrante morto nel Rio Grande con la figlia di due anni, l'uomo cercava di raggiungere il Texas evitando il muro
- Napoli: operazione anti-camorra, oltre cento arresti in tutta Italia, colpita la cosiddetta Alleanza di Secondigliano, gli investigatori, ruolo fondamentale delle donne dei clan
- Roma: riapre dopo 246 giorni la fermata della metro A di Piazza della Repubblica, resta chiusa Barberini
- Calcio: FIFA Women's World Cup France 2019™, sabato alle 15.00 da Valenciennes radiocronaca diretta su RTL 102.5 di Italia-Olanda, chi vince va in semifinale
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
16 aprile 2019

Ragazzino ebreo aggredito, "Riapriremo i forni di Auschwitz"

L'episodio è stato denunciato in una scuola media di Ferrara

"Quando saremo grandi faremo riaprire Auschwitz e vi ficcheremo tutti nei forni...". Sarebbe questa la frase choc che alcuni ragazzini di una scuola media di Ferrara avrebbero rivolto a un compagno, coetaneo, prendendolo per il collo negli spogliatoi della palestra. Lo avrebbero testimoniato la rappresentante di classe, e madre di una alunna della scuola, anche lei di origine ebraica e nipote di sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti, e la dirigente scolastica. Gli atti di bullismo a sfondo antisemita, secondo quanto riferito dalla rappresentante di classe che ha parlato con la madre della giovane vittima, si sarebbero protratti da qualche tempo. Prima dell'aggressione, però, il tutto era circostanziato a offese verbali. Dell'episodio, avvenuto nella città che ospita il Museo nazionale dell'ebraismo italiano e della Shoah, è stata informata la dirigente scolastica dell'istituto. Il bambino che ha aggredito il compagno di religione ebraica si sarebbe già scusato con una professoressa, piangendo e promettendo che queste cose non si ripeteranno mai più. Sul caso una relazione scritta è stata inviata all'ufficio scolastico territoriale.

Ragazzino ebreo aggredito, "Riapriremo i forni di Auschwitz"