Rallenta lo smart working, gli impiegati italiani tornano a popolare gli uffici, e ne gode l'indotto

23 settembre 2021, ore 19:00 , agg. alle 20:10

Sta tornando alla normalità la vita in aziende e uffici; dopo un anno e mezzo in cui lo smart working è stato prevalente, ora gli impiegati rientrano in ufficio. E si rilancia l'indotto, dai locali per la pausa pranzo ai parcheggi

SI TORNA IN UFFICIO

La campagna vaccinale sta mettendo il virus nell’angolo e il green pass sembra sempre più in grado di farci tornare alla vita normale. Anche sul lavoro. Il lockdown ha fatto scoprire agli italiani lo smart working. E l’eredità resterà anche in futuro. Ma non vedremo più gli uffici vuoti. Il rientro dalle ferie quest’anno è coinciso per milioni di lavoratori con il ritorno alla routine lavorativa. Dopo un anno e mezzo, gran parte delle aziende sta scegliendo di far tornare in ufficio i dipendenti. Le sedi delle società riprendono vita e si rimette in moto anche l’indotto: si pensi ai bar, ristoranti, pizzerie, pub che sono nati nelle zone ricche di uffici e che basano il loro guadagno sulle pause-pranzo. Per un anno e mezzo sono rimaste in apnea, ora possono tornare a respirare. Ripartono gli affari anche per i trasporti pubblici e per i parcheggi, come evidenzia uno studio di parclik.it, società leader in Europa, che ha evidenziato un aumento del 68% per le prenotazioni on line nelle aree di maggior concentrazione di uffici di Milano.

Rallenta lo smart working, gli impiegati italiani tornano a popolare gli uffici, e ne gode l'indotto

SI RIANIMA LA CITY

Il fenomeno non riguarda soltanto Milano, dove si sono ripopolati il centro, ma anche City Life e la zona tra Porta Nuova e Piazza Gae Aulenti;  ma anche le altre città. A Roma si rianima l’Eur, ma anche Prati. Un incremento della frequentazione degli uffici si registra anche a Firenze, Genova, Venezia e Verona. Molti uffici stanno scegliendo di tornare ai loro abituali spazi di lavoro, con scrivanie dedicate per ogni dipendente e una frequenza obbligatoria del 100%. Altri invece stanno scegliendo di ridurre gli spazi di lavoro, optando per il lavoro in presenza combinato con lo smartworking. Sta crescendo anche la tendenza ad affittare spazi di coworking: un modo, per chi trova più difficile lavorare da casa, per poter andare comunque in un ufficio. In questo caso si riescono a cogliere gli aspetti positivi di entrambe le situazioni: perché avere ogni tanto la possibilità di lavorare da casa è comodo; ma è bello anche tornare a frequentare l’ufficio e i colleghi. Perché anche la socialità e il confronto con i colleghi possono contribuire a lavorare meglio.


Tags: lavoro, smart working, uffici

Share this story: