Rapporto rivela che l'intervista della Bbc a Diana fu frutto di un raggiro; Lady D fu ingannata

21 maggio 2021, ore 08:00 , agg. alle 09:48

In una storica intervista andata in onda sulla Bbc, Lady Diana fece clamorose rivelazioni sulla sua crisi matrimoniale con il marito Carlo, ed erede al trono; ma la principessa fu convinta a parlare con inganno. Lo rileva un rapporto

La principessa Diana fu convita con inganno a raccontare della sua crisi matrimoniale con l'erede al trono Carlo, durante una storica intervista andata in onda nel 1995 sulla Bbc. È il risultato di una inchiesta condotta da Lord Dyson, un giudice in pensione della Corte Suprema che per la sua indagine si è avvalso della testimonianza di 17 persone.


L’intervista

Il raggiro fu realizzato dall’intervistatore, Martin Bashir dell’emittente inglese, che mostrò a Lady D e a suo fratello falsi documenti per indurre la coppia ad alimentare il risentimento verso la famiglia reale perché, stando a quelle carte, avrebbe attuato attività spionistiche nei confronti della principessa. Al conte Charles Spencer, che fungeva da intermediario per quell’intervista, furono mostrati alcuni documenti bancari, che ha rilevato l’indagine, erano stati “fabbricati ad arte e destinati a far credere che la corte avesse finanziato le presunte attività spionistiche a danno della consorte dell'erede al trono”. Nell’intervista Lady Diana si spinse a raccontare i suoi tradimenti, ma disse anche che il marito Carlo non aveva mai interrotto la relazione con Camilla Parker-Bowles, arrivando a pronunciare la famosa frase: “Eravamo in tre in questo matrimonio, un po' troppo affollato”. L’intervista andata in onda sulla Bbc registrò ascolti-record, ben 22,8 milioni di telespettatori.


L’inchiesta

A far partire l’inchiesta è stato il duca di Spencer, il fratello della principessa, che raccontò di essere stato presente ad un incontro tra Bashir e Lady Diana, il 19 settembre 1995, e di aver preso appunti quando il giornalista parlava. Proprio questi appunti hanno convito la Bbc ad aprire una inchiesta interna sui metodi usati dal giornalista.


Il rapporto

Nel rapporto la Bbc e Bashir sono accusati di aver “mancato al dovere di rispettare gli elevati standard d'integrità e competenza”, obbligano sia l’emittente che l’intervistatore a porre scuse formali, e di riparare, per quanto possibile, al danno causato.


Le scuse

Martin Bashir, che è accusato di aver circuito la principessa pur di portarla davanti alle telecamere, dopo un lungo periodo di assenza a causa di una grave malattia, si è dimesso dalla Bbc. l primo a scusarsi pubblicamente è stato lo stesso giornalista. Anche il conte Spencer, che assieme a William e Harry, i figli di Carlo e Diana, chiedeva verità sull’accaduto, ha pubblicato su Twitter una foto familiare giovanile con la sorella in bianco e nero, e con la scritta: “certi legami vanno molto indietro del tempo”, per omaggiare la sorella e questo atto che rende giustizia, seppur tardiva, ad un torto contro Lady D e la strumentalizzazione mediatica della sua vicenda.



Rapporto rivela che l'intervista della Bbc a Diana fu frutto di un raggiro; Lady D fu ingannata
Tags: Bbc, Carlo d'Inghilterra, intervista, Lady D

Share this story: