Reggio Calabria, botte e offese ad alunni, sospesa maestra elementare

 07 ottobre 2019

Gli alunni, tornati a casa da scuola, spesso raccontavano ai propri familiari di schiaffi, calci e spinte durante le lezioni

Una maestra elementare in provincia di Reggio Calabria è stata sospesa dall’attività per un anno. L’accusa è di aver maltrattato e offeso gli alunni. "Eravamo tutti scioccati, c'erano due bambini a terra e la maestra che gli aveva fatto male rispose che non le importava", è il racconto fatto da un alunno della scuola elementare di Melito Porto Salvo che, unito a quello di altri bambini ed alle immagini di videocamere nascoste, hanno portato alla sospensione dell’insegnante. Il provvedimento è giunto a conclusione di indagini condotte dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria. Un altro bambino, sentito dai magistrati della Procura di Locri e dai finanzieri della Compagnia di Melito Porto Salvo con l'ausilio di psicologi, ha raccontato di avere ricevuto intenzionalmente uno "schiaffo dove avevo la cicatrice di un'operazione chirurgica". All'insegnante è stato notificato un provvedimento cautelare emesso dal gip su richiesta della Procura di Locri. L'indagine è partita dopo la segnalazione di alcuni genitori. Gli alunni, infatti, tornati a casa da scuola, spesso raccontavano ai propri familiari di schiaffi, calci e spinte, ricevuti dalla maestra durante le sue ore di lezione.
Reggio Calabria, botte e offese ad alunni, sospesa maestra elementare

Share this story: