Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Napoli: festa in strada per la riapertura della pizzeria Da Sorbillo, dopo la bomba carta esplosa la settimana scorsa, pizza gratis per tutti
- Milano: emergenza migranti, il vicepremier Luigi Di Maio a Rtl 102.5 attacca Macron, cominceremo a portare i migranti a Marsiglia
- Milano: Di Maio a Rtl 102.5, non temo manine sul Reddito di Cittadinanza, il baciamano a Salvini? Lo hanno fatto anche a me
- Roma: emergenza migranti, l'Ong Open Arms attacca, ci vogliono eliminare perché testimoni
- Roma: questa mattina lo sciopero nazionale del trasporto pubblico locale, astensione di 4 ore, solo a Firenze oggi pomeriggio
- Vicenza: bimba di tre giorni scaraventata a terra dalla madre, morta in ospedale, la donna arrestata, ha tentato il suicidio
- Gb: Brexit, il premier May presenta in Parlamento il piano B, auguale al vecchio, tranne gestione confine con Irlanda
- Israele: bombardati obiettivi militari iraniani in Siria, l'Iran minaccia di distruggere Israele
- Milano: taxista travolto e ucciso, arrestato presunto pirata della strada fuggito dopo l'incidente mortale, è un 26enne
- Calcio: Serie A, alle 15.00 Genoa-Milan, alle 20.30 Juventus-Chievo, Wanda Nara, Icardi rinnova al 100% con l'Inter
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
16 maggio 2018

Reggio Calabria, svuotavano conti correnti, 29 arresti

Operazione Carabinieri, 45 le vittime accertate, tra gli arrestati due ex direttori di uffici postali

Dopo quasi quattro anni di indagini, coordinate dalla Procura di Reggio Calabria, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato stamattina 29 persone, accusate di far parte di due distinti gruppi criminali operanti principalmente nel territorio reggino, dediti al furto e all'illecita appropriazione di titoli, buoni fruttiferi, libretti postali e liquidità su conti correnti. Secondo quanto hanno ricostruito gli inquirenti, le vittime, per lo più anziani e invalidi, venivano avvicinate in casa dai presunti truffatori che ne fotocopiavano buoni postali e documenti. Poi, grazie alla complicità di direttori e addetti allo sportello di quattro diversi uffici postali della provincia, i libretti postali e i conti correnti delle vittime venivano letteralmente svuotati e il denaro trasferito su altri conti intestati agli appartenenti alla rete criminale. Sono 45 le vittime accertate, mentre sono migliaia le operazioni illecite, al vaglio dei carabinieri. Fra gli arrestati, 2 persone vicine alle cosche di 'ndrangheta di Siderno e 2 ex direttori di uffici postali della provincia di Reggio Calabria.

Reggio Calabria, svuotavano conti correnti, 29 arresti