Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: Consiglio dei Ministri chiarificatore, premier Conte, pieno accordo sul fisco, Di Maio, oggi nasce uno Stato amico
- Roma: Ilaria Cucchi denuncia, insulti e minacce dai social, da simpatizzanti della Lega e da appartenenti, spero sedicenti, alle forze dell'ordine
- Nuoro: ergastolo al ventiduenne Alberto Cubeddu, accusato della morte di due giovani, assassinati tra il 7 e l'8 maggio di tre anni fa
- Campoverde (Lt): bambino di sei anni muore travolto da un armadio in casa del nonno, erano in corso lavori di ristrutturazione
- Guyana Francese: lanciata Bepi Colombo, è la prima missione europea verso il pianeta Mercurio, il veicolo è composto da quattro moduli
- Calcio: serie A, giocati tre anticipi della nona, Roma-Spal 0-2, Juventus-Genoa 1-1, Udinese- Napoli 0- 3
- Volley: mondiali femminili in Giappone, la Serbia vince l'oro, Italia splendido argento, sconfitta 3-2 al tie-break
- Motomondiale: Gran Premio del Giappone, pole position per Andrea Dovizioso su Ducati, la gara domenica mattina alle 7 ora italiana
- Formula 1:in corso le qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti
16 maggio 2018

Reggio Calabria, svuotavano conti correnti, 29 arresti

Operazione Carabinieri, 45 le vittime accertate, tra gli arrestati due ex direttori di uffici postali

Dopo quasi quattro anni di indagini, coordinate dalla Procura di Reggio Calabria, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato stamattina 29 persone, accusate di far parte di due distinti gruppi criminali operanti principalmente nel territorio reggino, dediti al furto e all'illecita appropriazione di titoli, buoni fruttiferi, libretti postali e liquidità su conti correnti. Secondo quanto hanno ricostruito gli inquirenti, le vittime, per lo più anziani e invalidi, venivano avvicinate in casa dai presunti truffatori che ne fotocopiavano buoni postali e documenti. Poi, grazie alla complicità di direttori e addetti allo sportello di quattro diversi uffici postali della provincia, i libretti postali e i conti correnti delle vittime venivano letteralmente svuotati e il denaro trasferito su altri conti intestati agli appartenenti alla rete criminale. Sono 45 le vittime accertate, mentre sono migliaia le operazioni illecite, al vaglio dei carabinieri. Fra gli arrestati, 2 persone vicine alle cosche di 'ndrangheta di Siderno e 2 ex direttori di uffici postali della provincia di Reggio Calabria.

Reggio Calabria, svuotavano conti correnti, 29 arresti