Regionali, il M5S insiste: nessuna alleanza col PD

22 novembre 2019, ore 18:51

Clima caldo nella maggioranza: molti i nodi irrisolti, cresce la tensione sul Mes, il Meccanismo europeo di stabilità

Il giorno dopo il voto della piattaforma Rousseau, Luigi Di Maio convoca per mercoledì prossimo l’assemblea dei parlamentari 5S, ed esclude ripercussioni sul governo. Il M5s presenterà proprie liste alle elezioni regionali in Emilia-Romagna e Calabria. In Calabria, in particolare, il candidato a Governatore sarà il docente universitario Francesco Aiello. Mentre il deputato Paolo Parentela fa sapere che il Movimento sarà presente con liste civiche collegate, e nessuna alleanza con il Partito democratico. Ma intanto Beppe Grillo si è precipitato qui a Roma, e nella maggioranza aumentano i casi aperti. Nel vertice di stamani fumata nera per il Fondo europeo di stabilità, restano i no di M5S e Leu contro il ministro del Tesoro Roberto Gualtieri, cui tocca il compito di difendere la riforma contro Luigi Di Maio. Il premier Giuseppe Conte tenta la mediazione, che per ora si risolve solo in un mesto rinvio ad altri vertici la settimana prossima, tecnici al Mef e poi un’altra riunione di maggioranza alla sede del governo. Un vero caos. Non solo. Nel frattempo sulla manovra economica spunta una norma proposta dal ministro Nunzia Catalfo che prevede il mantenimento al lavoro della donna dopo la maternità, dando un esonero contributivo al datore. Ma il Pd è contrario
Regionali, il M5S insiste: nessuna alleanza col PD

Share this story: