Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Francia: la Farnesina ha confermato la morte, oggi, di Antonio Megalizzi, il giovane reporter italiano era rimasto gravemente ferito durante l'assalto ai mercatini di Natale a Strasburgo, aveva 28 anni
- Brasile: il Tribunale Supremo Federale ha chiesto l'arresto di Cesare Battisti, in vista di una possibile estradizione in Italia, al momento l'ex terrorista è latitante
- Roma: prosegue la trattativa tra governo italiano e Commissione europea sulla nuova manovra, il premier Conte, l'Italia non ha il cappello in mano
- Roma: irregolare una mensa scolastica su tre, i controlli dei Nas dei carabinieri evidenziano irregolarità, il ministro della Salute Giulia Grillo, è un film dell'orrore
- Milano: condanna all'ergastolo per Alessandro Garlaschi, il tranviere è accusato di aver ucciso con 85 coltellate la diciannovenne Jessica Valentina Faoro
- Stati Uniti: Facebook nella bufera, il social media avrebbe postato le foto di 6,8 milioni di utenti senza permesso, forse a causa di un bug
- Calcio: decisione Uefa, per il Milan pareggio di bilancio entro il 2021 o un anno senza coppe
- Calcio: domani due anticipi della 16esima giornata in serie A, alle 18.00 Inter-Udinese e alle 20.30 il derby Torino-Juventus
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
20 novembre 2018

Riforma del peculato, Governo battuto nel voto segreto

E' il primo articolo del decreto anticorruzione, alta tensione tra Lega e Movimento Cinque Stelle

Governo battuto a voto segreto in aula alla Camera sulla riforma del peculato, primo articolo del decreto anticorruzione. Passa, contro il parere del Governo, un emendamento di Catello Vitiello del gruppo Misto-Maie. Già in commissione la Lega avrebbe voluto ridurre la portata del reato di peculato, mentre il M5s era contrario. 'Un segnale al M5s', dicono dal Carroccio e Salvini deve intervenire per definire 'sbagliato' il voto in aula: 'La linea la decido io', afferma. Il leader della Lega aveva mandato ai 5S un vero ultimatum sul decreto sicurezza: 'deve passare entro il 3 dicembre o salta tutto', aveva detto davanti ai 18 dissenzienti M5s che avevano espresso riserve.

Riforma del peculato, Governo battuto nel voto segreto