Rihanna si scaglia contro la legge sull'aborto in Alabama

 18 maggio 2019

La popstar attacca la governatrice Kay Ivey firmataria del testo

Rihanna non usa mezzi termini per attaccare la governatrice repubblicana Kay Ivey, che ha firmato la nuova legge sull’aborto in Alabama. Attraverso un post su Instagram, la popstar ha mostrato una foto dei deputati che hanno votato la legge e ha scritto:”Guarda, questi sono gli idioti che prendono le decisioni per le donne in America, governatore Kay Ivey vergognati”. Parole forti dalla cantante delle Barbados, che si uniscono a quelle di un’altra popstar come Lady Gaga, che, nei giorni scorsi, aveva criticato duramente la nuova legge definendola: “Una legge che punisce i medici più degli stupratori”. Anche Busy Philipps, nota attrice statunitense, ha affidato ai social il suo commento spiegando: ”C’è un attacco in corso contro le donne di questo paese, non starò in silenzio”. L’attrice ha anche lanciato una campagna proprio sui social network con l’hashtag #YouKnowMe, per condividere storie, reazioni e commenti su quanto deciso nello stato dell’Alabama e per raccontare le esperienze di gravidanza e scelte dolorose. La nuova legge sull’aborto dell’Alabama impedisce l’interruzione della gravidanza in tutti casi, a meno che non vi sia pericolo di vita per la madre, ed è inoltre la più restrittiva del Paese perché vieta l’interruzione della gravidanza anche per le donne vittime di stupro e punisce attraverso il carcere i medici che la praticano.
Rihanna si scaglia contro la legge sull'aborto in Alabama

Share this story: