Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Roma: oggi al via gli esami di maturità per 500mila studenti, si comincia con il tema di italiano
- Calcio: Michel Platini fermato in Francia, interrogato nell'inchiesta sulla presunta corruzione per l'assegnazione dei mondiali, è stato rilasciato in nottata
- Calcio: inchiesta sull'assegnazione al Qatar dei Mondiali 2022, Platini respinge le accuse di corruzione, sono estraneo ai fatti
- Brescia: un bambino di un anno è ricoverato in gravi condizioni, avrebbe ingerito cocaina, medici, sta migliorando
- Roma: Andrea Camilleri in rianimazione, gravi ma stabili le condizioni dello scrittore, i medici, ha una fibra forte
- Napoli: premier Giuseppe Conte, recuperato clima di fiducia con Salvini e Di Maio dopo toni veementi della campagna elettorale
- Gran Bretagna: il ministro Tria torna a bocciare i minibond, strumento illegale, Salvini, le tasse vanno abbassate
- Portogallo: simposio delle banche centrali, presidente della Bce Draghi, rischio inflazione, Eurozona resta debole
- Roma: Istat, 1, 8 milioni di famiglie italiane vivono in povertà assoluta, pari a circa 5 milioni di persone
- Calcio: mondiali femminili, Italia-Brasile 0-1, azzurre qualificate agli ottavi come prime del girone
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
09 gennaio 2019

Riina, la figlia del boss apre Corleone By Riina, bistrò a Parigi

Il sindaco di Corleone: "Accostare il nome della nostra città a quello di mafiosi è devastante"

Lucia Riina, 39 anni, ultimogenita del boss di Cosa nostra Totò, morto nel novembre del 2017 in carcere, ha aperto con il marito Vincenzo Bellomo un ristorante a Parigi che si chiama "Corleone by Lucia Riina". Il bistrò, si legge, porta in tavola una "autentica cucina siciliana-italiana da scoprire in un ambiente elegante e accogliente". Al numero di telefono del locale risponde un giovane gentile che parla perfettamente italiano. Alla domanda se fosse possibile parlare con Bellomo o Riina l'interlocutore si consulta con un'altra persona e poi dice di non poter fornire informazioni. Spiega però che i proprietari sono due francesi e che forse la gestione è affidata proprio alla coppia corleonese. Il ristorante di Parigi ha la facciata in legno e vetro sormontata da una tenda verde. All’interno, con luci soffuse, i tavolini in marmo bianco con sedie e divanetti e l'imbottitura verde scuro.

Riina, la figlia del boss apre Corleone By Riina, bistrò a Parigi

Duro il commento del neo sindaco di Corleone, Ciccio Nicolosi: "Nel mondo ci sono tanti ristoranti e locali col nome Corleone – ha spiegato –. Accostare però il nome della nostra città a quello di mafiosi è devastante. Dobbiamo ritornare a far parlare di Corleone come città di pace e di tradizioni culturali. Cercherò di attivare il ministero degli Esteri e farò tutto quanto la legge mi consente: il nome Riina accanto allo stemma di Corleone non deve proprio starci".