Riparte la corsa scudetto, oggi confronto a distanza tra Milan e Inter, torna in campo anche la Roma

23 gennaio 2021, ore 08:00
agg. 25 gennaio 2021, ore 10:56

Questo il programma di oggi: alle 15.00 Roma-Spezia, alle 18.00 Milan-Atalanta e Udinese-Inter, alle 20.45 Fiorentina-Crotone; domani in campo Juventus, Napoli e Lazio

SNODO DETERMINANTE

È un sabato importante per la lotta scudetto. Prosegue il testa a testa tra Milan e Inter, che oggi scenderanno in campo contemporaneamente. Alle 18.00 i rossoneri, che sono in testa e viaggiano con tre punti di vantaggio, riceveranno l’Atalanta. Alla stessa ora la squadra di Antonio Conte sarà di scena a Udine. Test importante per il Milan: i bergamaschi non hanno la continuità di un tempo, ma restano insidiosi. A disposizione di Stefano Pioli c’è il nuovo acquisto Mario Mandzukic. La sfida per i nerazzurri è confermarsi ai livelli mostrati domenica scorsa contro la Juventus, all’Inter serve continuità. Il programma di giornata verrà aperto alle 15.00 da Roma-Spezia, riedizione della sfida che ha portato all’eliminazione dalla coppa Italia dei giallorossi. Alle 20.45 calerà il sipario con Fiorentina-Crotone, partita che mette in palio punti pesanti per la lotta salvezza. Domani tornerà in campo la Juventus, alle 12.30 in casa contro il Bologna. Alle 15.00 insidiosa trasferta a Verona per il Napoli, che vuole riscattare la sconfitta in Supercoppa. Alla stessa ora in programma Genoa-Cagliari. Alle 18.00 promette spettacolo il confronto dell’Olimpico tra Lazio e Sassuolo. Alle 20.45 si chiuderà il programma con Parma-Sampdoria.

PIOLI-GASPERINI SFIDA SUI RIGORI

Alla vigilia di Milan-Atalanta, queste le dichiarazioni di Stefano Pioli: “Mandzukic si è inserito subito bene, ha già lavorato in Italia e ha mentalità moderna ed Europea. Fisicamente l'ho trovato molto bene, potrebbe anche giocare insieme a Ibrahimovic, può essere una alternativa tattica per non dare punti di riferimento agli avversari”. Oltre a Mandzukic sono arrivati Tomori e Meitè. Questo il commento di Pioli: “Ringrazio la proprietà e la società che si sono fatte trovare pronte sul mercato. Il nostro obiettivo non cambia, vogliamo provare ad arrivare tra le prime quattro ed è una corsa a sette squadre". Sul fatto che al Milan vengano concessi molti rigori, Pioli ha commentato: “Il nostro è un calcio offensivo, entriamo spesso nell’area avversaria.” Sul fronte bergamasco sarcastico il commento di Giampiero Gasperini: “Non ho mai fatto le statistiche agli altri, dico solo che noi siamo meno bravi a prenderne. Sarà che andiamo molto poco in area e probabilmente siamo meno bravi. Comunque contro il Milan sarà una partita aperta”.

Riparte la corsa scudetto, oggi confronto a distanza tra Milan e Inter, torna in campo anche la Roma

LE MOTIVAZIONI DI CONTE

Oggi l’Inter farà il tifo per l’Atalanta. Ma prima di tutto i nerazzurri dovranno confermarsi grandi in casa dell’Udinese. Antonio Conte alla vigilia ha dichiarato: “In Serie A non bisogna mai affrontare una squadra con superficialità, specialmente squadre fisiche e con un'identità precisa come l'Udinese. Contro la Juventus abbiamo fatto molto bene, siamo stati bravi a sfruttare i loro punti deboli. L'Inter per storia e tradizione deve sempre provare a ottenere il massimo e a puntare al massimo. Ora si ricomincia, ci sono tre punti in palio e dovremo dare il 110 per cento. Serve la stessa prestazione, quella che serve in tutte le partite”. Conte non si nasconde e pensa alla vittoria finale: “I ragazzi stanno facendo degli step, chi più velocemente, chi meno, ma migliorano tutti. Abbiamo fatto passi in avanti che si vedono e anche le battute d'arresto servono per entrare ancora di più in una modalità di non accontentarsi mai del successo quotidiano che è effimero ma di puntare a un successo duraturo".


Tags: ANTICIPI, ATALANTA, INTER, MILAN, SERIE A, UDINESE

Share this story: