Roberto Farrugia, direttore creativo di Aldo Coppola, ecco i consigli per gestire i capelli in questo periodo di isolamento

08 aprile 2020, ore 15:04 , agg. alle 20:07

In collegamento con RTL 102.5, l’hairstylist spiega i piccoli passaggi con cui donne e uomini possono sistemare in autonomia le proprie acconciature, non potendo al momento recarsi dal parrucchiere a causa delle restrizioni per il contenimento del coronavirus

Il periodo di quarantena per far fronte all’emergenza sanitaria del coronavirus si protrae e, tra le restrizioni, anche la chiusura di tutti i saloni di bellezza. Come poter gestire quindi anche questi piccoli, è il caso di dirlo, grattacapi? Ce lo spiega un artista delle acconciature, nonché icona del look per uno dei più noti brand di saloni di bellezza. 

“La policy aziendale sulle tinte è molto rigida”

Roberto Farrugia, direttore creativo e hairstylist di Aldo Coppola, azienda leader nel settore, è intervenuto in collegamento da casa sua per spiegare come gestire i tagli di capelli e i colori in questo periodo di isolamento. Primo grande tema, la ricrescita per chi solitamente tinge i capelli: “Le clienti al giorno d’oggi conoscono i prodotti che utilizziamo e, se dovessero riuscire a reperirli tramite il web – spiega Farrugia - riusciamo a guidarle nell’applicazione del prodotto con una telefonata”. Diversa è la questione per chi decide di rifornirsi nei supermercati: “La politica dell’azienda Aldo Coppola è molto rigida – fa sapere l’hairstylist – non ci assumiamo la responsabilità di dare indicazioni sull’applicazione di queste colorazioni”, poiché i danni che ne derivano sono frequenti e spesso, il risultato finale si discosta da quanto riportato sulla confezione.

“Più facile per la donna sistemare il taglio”

Per quanto riguarda il taglio di capelli Farrugia ci tiene a precisare che tra il capello femminile e quello maschile, la difficoltà è diversa: “La donna è leggermente facilitata, le basterà dividere la testa in più code o torchon – avvolgendo la ciocca su se stessa spiega – e con la forbice potrà colpire delicatamente, a piccoli tratti, la ciocca”. L’uomo avrà più o meno difficoltà a seconda del taglio. “Un taglio sfumato o rasato è sicuramente più difficile da lavorare a casa, da soli” avverte Farrugia, mentre chi ha un taglio medio-corto, con un semplice ritocco sarà possibile pulire l’eccesso. “Anziché usare il pettine, useremo le mani: partendo dal basso verso lato e dai lati della testa, si solleva la ciocca – spiega – e prendendo come riferimento le dita, si andrà a sforbiciare oltre il limite delle dita, con delicatezza” raccomanda. Bisognerà dimenticarsi del pettine ammonisce l’art director di Coppola, ma le ciocche si prenderanno solo utilizzando le mani.


Roberto Farrugia, direttore creativo di Aldo Coppola,  ecco i consigli per gestire i capelli in questo periodo di isolamento

Roberto Farrugia, il guru dello stylist

Per chi non lo sapesse Roberto Farrugia non è solo un parrucchiere, ma è il punto di riferimento per molti volti noti nel mondo della musica e dello spettacolo. Pilastro del brand Aldo Coppola, per cui dirige il salone di C.so XXII Marzo a Milano ed è il direttore artistico dell’Accademia Go Coppola. Farrugia è anche l’hairsyilist di molte celebrità: Michelle Hunziker, Laura Pausini, Arisa, Bianca Atzei, Melissa Satta, Paris HiltonAsia Argento e poi i calciatori Morata, Ambrosini e Destro per citarne alcuni. Farrugia ha seguito per anni anche lo stile di Nadia Toffa, sua grande amica e amata conduttrice de "Le Iene", scomparsa lo scorso agosto a causa di un tumore. Non mancano poi le collaborazioni con i grandi stilisti, Armani, Marras e Trussardi tra questi. 


Tags: Aldo Coppola, Capelli, Coronavirus, Hairstylist, Roberto Farrugia

Share this story: