Roma, assemblea PD, Zingaretti, ora si apra una seconda fase

 13 luglio 2019 | Assemblea Nazionale, PD, Zingaretti

Il segretario dem ha parlato anche della riforma dello statuto del partito, prevista entro novembre

È partita sulle note dell'inno alla gioia e dell'inno italiano di Mameli l'assemblea nazionale del Partito Democratico, in corso all'hotel Ergife di Roma. "I Cinque Stelle sono diventati un'amara stampella. E tanti elettori se ne stanno accorgendo. Ora serve aprire una seconda fase per definire le nostre proposte e imporre una nuova agenda, aprendo un grande confronto nel Paese, su un grande piano per l'alternativa". È quanto ha dichiarato il segretario Nicola Zingaretti durante il suo intervento, in cui ha parlato anche della riforma dello statuto del partito, su cui ha promesso tempi certi per la revisione. "Dico no al modello Salvini: il comando assoluto di una persona è la premessa della sua solitudine e della sua sconfitta. Serve un partito radicalmente nuovo, una comunità organizzata" ha proseguito il governatore del Lazio, auspicando una nuova fase di lavoro comune "a partire dai forum". Nelle stesse ore Roberto Speranza, durante l'assemblea di Articolo Uno, ha commentato l'operato di Zingaretti. "Il PD, che è il principale partito del centrosinistra, che fa? Se non si cambia radicalmente si va a sbattere e si lascia l'Italia alla destra per molti anni".
Roma, assemblea PD, Zingaretti, ora si apra una seconda fase

Share this story: