Rugby, Sei Nazioni, a Edimburgo Scozia-Italia 33 a 20

 02 febbraio 2019

Per la nazionale italiana è la diciottesima sconfitta nel torneo, sabato prossimo all'Olimpico la sfida contro il Galles

Si allunga a 18 la striscia di sconfitte dell'Italrugby, che al Sei Nazioni non vince dal 2015. A Edimburgo, nel tempio di Murrayfield, gli azzurri di Conor O'Shea, quindicesimi nel ranking mondiale, perdono 33-20 dalla Scozia, settima, al debutto nel torneo 2019. Il ventesimo dall'ingresso dell'Italia. In classifica, 5 punti per gli uomini di Gregor Townsend, 0 per Parisse (alla presenza numero 66 nel Championship, nessuno come lui) e compagni. Sole in campo e 3° sul termometro, dopo la neve dei giorni scorsi. Cambio dell'ultimo minuto tra gli ospiti: Palazzani entra in mediana per Tebaldi. Benvenuti in panchina. Scozia avanti 12-3 nel primo tempo. Al 9' il piazzato di Allan per il 3-0 dell'Italia. Al 12' e al 21', però, due mete di Kinghorn, di cui la seconda trasformata da Laidlaw. Possesso e territorio nettamente in favore dei padroni di casa. Italia che appare in difficoltà in fase difensiva. Bellissima la prima meta, ispirata da un preciso calcio all'ala di un Russell sontuoso. Monologo degli Highlanders anche nella ripresa. Al 47' meta di Hogg, al 54' di Kinghorn (quella del bonus offensivo e, per lui, della tripletta), al 62' di Harris. L'Italia si sveglia a 10 minuti dalla fine. Preme, guadagna l'espulsione temporanea di Berghan e passa schiaccia tre volte oltre la linea: al 71' con Palazzani (trasformazione di Allan), al 75' con Padovani e al 78' di Esposito. Sabato prossimo, gli azzurri saranno all'Olimpico per sfidare il Galles che ieri sera si è imposto 24-19 in casa della Francia.
Rugby, Sei Nazioni, a Edimburgo Scozia-Italia 33 a 20

Share this story: