Sanremo, Fiorello, niente Festival senza il Balconcino di Mollica

 11 ottobre 2019

Il giornalista dovrebbe andare in pensione a pochi giorni dall'inizio della kermesse, lo showman si appella a Amadeus e Salini

Giù le mani del 'Balconcino' di Vincenzo Mollica a Sanremo: a lanciare la 'campagna' perché venga conservato il tradizionale spazio che precede le serate del festival, dal balcone che affaccia sull'ingresso del teatro Ariston, è Fiorello, che posta su Twitter un ritaglio del 'Tempo' in cui si ricorda che lo storico giornalista del Tg1 andrà in pensione il 27 gennaio 2020, a pochi giorni dall'inizio del festival (4-8 febbraio). "Il 70 @SanremoRai non può cominciare senza il mitico "Balconcino" di @doreciakgulp #VincenzoMollica!!!", ha scritto lo showman, 'chiamando in causa' il conduttore e direttore artistico, Amadeus, e l'amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini. L'appello pro-Mollica in poche ore ha fatto il giro del web, raccogliendo centinaia di retweet, 'like' e commenti. Tra i tanti, quelli del presidente dell'Associazione produttori tv ed ex direttore di Rai1 Giancarlo Leone ("Mollica, senza se e senza ma") e di Lucio Presta, manager di Amadeus ("Non scherziamo"). "Non lasceremo il 'balconcino' vuoto, lavori in corso per #MollicaASanremo", la promessa dell'ad Rai Fabrizio Salini. Fiorello 'festeggia' postando su Twitter un emoji con il pollice rivolto verso l'alto.
Sanremo, Fiorello, niente Festival senza il Balconcino di Mollica

Share this story: