Scienziati britannici scoprono prove genetiche sulla somiglianza fisica tra l'uomo di Neanderthal e quello moderno

01 febbraio 2021, ore 17:30 , agg. alle 10:17

Una scoperta fatta da archeologi e scienziati britannici in una grotta nelle Channel Islands mette in evidenza la somiglianza fisica tra l'uomo di Neanderthal e quello moderno

Scienziati britannici hanno scoperto la più forte somiglianza fisica mai trovata per gli esseri umani di Neanderthal e quelli di oggi. Un ritrovamento che risale agli inizi del 1900 in una grotta nelle Channel Islands, che studi recenti e con le più moderne tecnologie, hanno evidenziato delle similitudini tra l'uomo di Neanderthal e quello moderno studiando una manciata di denti trovati in un anfratto e fatti risalire a circa 45.000 anni fa. Queste ricerche possono gettare nuova luce sulla storia dell'umanità. Gli scienziati hanno impiegato ben 10 anni per trovare, attraverso vari esami, le prove genetiche per l'incrocio delle due specie, ma c’è di più: questa è la prima volta in assoluto che emergono prove fisiche convincenti.

Quali sono le prove

Le prove evidenziate dallo studio prendono spunto dallo studio di 11 denti risalenti a circa 45.000 anni fa da scienziati del Natural History Museum, dell'University College di Londra e dell'Università del Kent. I reperti furono rinvenuti dagli archeologi nel 1910 e nel 1911 in una grotta dell'isola di Jersey, ma solo ora sono stati sottoposti a un esame dettagliato. L’ipotesi più accreditata è che quasi certamente questi reperti siano appartenuti a due Homo Sapiens vissuti nel paleolitico medio, i cui teschi, o forse i corpi, erano stati messi deliberatamente su una sporgenza prominente all'interno della grotta La Cotte de St Brelade, nella costa sud-occidentale dell'isola. I denti di entrambi gli individui presentano alcune caratteristiche che sono tipicamente Neanderthal, ma anche altre che sono “anatomicamente somiglianti a quelli dell’uomo moderno” ha detto il professor Chris Stringer del Museo di storia naturale londinese. E queste evidenze sono messe in risalto dalle radici grandi, robuste e molto lunghe che sono tipiche dell’uomo di Neanderthal, mentre le loro parti superiori (specialmente le corone) sono tipicamente AMH (anatomically modern humans), ovvero esseri umani anatomicamente moderni.

Il mistero irrisolto

La scoperta potrebbe potenzialmente aiutare a risolvere uno dei più grandi misteri dell'umanità, ovvero perché l’uomo di Neanderthal si è estinto e perché oggi esiste solo una specie umana, piuttosto che diverse come nella maggior parte dell'età della pietra. L’evoluzione nelle tecniche di ricerca hanno messo in evidenza come il DNA mostri che la maggior parte di noi discende da membri dell'età della pietra di entrambe le specie. La maggior parte degli esseri umani moderni ha circa il 2% di DNA originario dell’uomo di Neanderthal.

Dove si trovano le Channel Islands

Le Channel Islands, sono un gruppo di isole nel Canale della Manica situato di fronte alle coste della Francia e distano circa 85 miglia nautiche (circa 150 km) dalle coste dell'Inghilterra meridionale.

Scienziati britannici scoprono prove genetiche sulla somiglianza fisica tra l'uomo di Neanderthal e quello moderno
Tags: Channel Islands , Neanderthal, scienziati britannici, scoperta

Share this story: