Scomparsa Emanuela Orlandi, trovati due ossari

 13 luglio 2019

I due reperti sono emersi dopo gli accertamenti sulle tombe trovate vuote

Dopo l'apertura delle due tombe al Cimitero Teutonico, trovate vuote, il Vaticano ha svolto "accertamenti sia di carattere documentale che di carattere logistico" per verificare le conseguenze delle ristrutturazioni effettuate in passato. "Tali ispezioni hanno portato alla individuazione di due ossari" che "sono stati immediatamente sigillati per il successivo esame e repertazione dei materiali ossei". La ripresa delle attività peritali è stata fissata - ha informato il portavoce vaticano Alessandro Gisotti - per sabato 20 luglio, alle ore 9.00. Il Vaticano ha fatto sapere che "tra gli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso sono stati effettuati lavori di ampliamento del Collegio stesso. In quel periodo i lavori hanno interessato l'intera aerea cimiteriale e l'edificio del Collegio Teutonico. Essendo pertanto possibile che le spoglie delle due Principesse (a cui appartenevano le due tombe verificate) siano state traslate in altro luogo idoneo del Campo Santo, sono state svolte con le maestranze competenti le conseguenti verifiche per constatare la situazione degli ambienti attigui alle tombe. Tali ispezioni hanno portato alla individuazione di due ossari collocati sotto la pavimentazione di un'aerea all'interno del Pontificio Collegio Teutonico, chiusi da una botola".
Scomparsa Emanuela Orlandi, trovati due ossari

Share this story: