Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Brasile: il Tribunale Supremo Federale ha chiesto l'arresto del terrorista Cesare Battisti, per pericolo di fuga, l'Italia ne chiede da anni l'estradizione
- Francia: il terrorista Cherif Chekatt è stato ucciso dalle forze speciali, nel quartiere di Neudorf, a Strasburgo, dove si era nascosto dopo la strage
- Bruxelles: manovra con deficit al 2,04%, dopo vertice Juncker-Conte, commissario Ue Moscovici, ancora non ci siamo, ma vogliamo l'accordo
- Francia: il killer dei mercatini era armato di una pistola e di un coltello, aveva sparato per primo, nessun ferito tra gli agenti
- Milano: i giudici stabiliscono che il caso mense di Lodi è discriminazione, il regolamento che penalizza gli stranieri deve cambiare
- Costa Rica: rapinato e ucciso con un coltello, Gianfranco Pescosolido, 56 anni, abitava nel Paese da anni, era uscito per una passeggiata in un parco
- Calcio: Europa League, Lazio-Eintracht Francoforte 1-2, biancazzurri già qualificati, fuori dai sedicesimi per differenza reti il Milan, battuto 3-1 dall' Olympiakos
- Calcio: ufficiale, l'ex direttore generale della Juventus, Beppe Marotta, è il nuovo amministratore delegato dell'Inter per l'area sportiva
- Nuoto: mondiali in Cina, argento per Simona Quadarella, secondo posto negli 800 metri stile libero in vasca corta
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
03 dicembre 2018

Scritte choc, vedova Scirea, forte dolore, io non perdono

Mariella Scirea, moglie di Gaetano, ha condannato con fermezza la scritta apparsa in Fiorentina-Juventus, "Heysel -39, Scirea brucia all'inferno"

"Io non li perdono, ho avuto solo un forte dolore al cuore, io so quanto Gaetano fosse amato dagli juventini". Mariella Scirea, la vedova dell'ex capitano della Juventus, Gaetano Scirea, condanna con fermezza la scritta comparsa durante Fiorentina-Juventus, in cui si leggeva "Heysel -39, Scirea brucia all'inferno". "La violenza non è solo menare le mani è anche queste scritte, credo che né io e né la mia famiglia meritavamo questo", ha proseguito la vedova Scirea. "Non c'è un fatto personale, ma la scritta brucia perché Gaetano è bruciato veramente in quella macchina in Polonia. Questa volta non mi piace far finta di nulla, credo sia necessario prendere dei provvedimenti perché iniziano ad essere tanti questi episodi. Ci sono delle regole, ma vengono disattese e dare campo libero a queste persone non è un bel segnale per i giovani."

Scritte choc, vedova Scirea, forte dolore, io non perdono