Scuola, peggiora capacità lettura degli studenti italiani

03 dicembre 2019, ore 12:00 | lettura, scuola, studenti

Inoltre uno studente su quattro in Italia non raggiunge il livello base di competenze scientifiche

Dal rapporto nazionale OCSE PISA 2018, diffuso e presentato oggi, emerge un peggioramento nella capacità di lettura da parte degli studenti italiani. Ottengono infatti un punteggio di 476, inferiore alla media OCSE (487), collocandosi tra il 23esimo e il 29esimo posto tra i paesi OCSE. Il punteggio non si differenzia da quello di Svizzera, Lettonia, Ungheria, Lituania, Islanda e Israele. Le province cinesi di Beijing, Shanghai, Jiangsu, Zhejiang e Singapore ottengono un punteggio medio superiore a quello di tutti i paesi che hanno partecipato a PISA. In Italia, in lettura, le ragazze superano i ragazzi di 25 punti. Il dato emerge sempre dall'ultimo Rapporto OCSE PISA, il quale evidenzia anche come in matematica i ragazzi ottengano un punteggio superiore alle ragazze di 16 punti e questa differenza è più del doppio di quella rilevata in media nei Paesi OCSE. In generale, uno studente su quattro in Italia non raggiunge il livello base di competenze scientifiche, nei Paesi OCSE è di uno su cinque. I trend dei risultati in scienze nei paesi OCSE indicano una parabola negativa: al lento miglioramento osservato fino al 2012 ha fatto seguito un calo nel periodo 2012-18. Nel 2018 la performance media dei paesi OCSE è tornata al valore rilevato nel 2006. L'andamento dei risultati in scienze per l'Italia è in linea con il dato internazionale.
Scuola, peggiora capacità lettura degli studenti italiani

Share this story: