Sei Nazioni, l'Italia parte con una batosta, all'Olimpico la Francia domina 50-10

06 febbraio 2021, ore 18:30
agg. 08 febbraio 2021, ore 10:39

Per la nazionale è la sconfitta numero 28 nella competizione dal 28 febbraio 2015, giorno dell'ultimo successo, in casa della Scozia

Faticoso debutto per la giovane Italia del rugby guidata da Franco Smith al Sei Nazioni 2021. Contro la Francia, nella capitale, in un Olimpico primaverile ma pur sempre spettrale per via delle porte chiuse, i transalpini di Fabien Galthié passeggiano 50-10. Per l'Italia è la sconfitta numero 28 al Sei Nazioni dal 28 febbraio 2015, giorno dell'ultimo successo, in casa della Scozia. Quanto al “derby” con i cugini francesi che nel torneo assegna il Trofeo Garibaldi, i Bleus ottengono invece il 42° successo su 45 confronti. E quello che va in scena a Roma non è senz'altro il più equilibrato della serie.


Cambio dell'ultimo minuto tra gli azzurri nel match della sconfitta

il debuttante Rimpelli rileva Traoré nel ruolo di pilone sinistro. Mediana giovane quella azzurra con il 19enne italo-gallese Varney e il 20enne Garbisi. Tra i centri esordisce Brex. Sono i nomi che si mettono in luce nelle fasi iniziali, ma tanto possesso non corrisponde a punti. Anzi: subito Francia avanti con la meta di Cretin trasformata da Jalibert al 6', alla prima apparizione degli ospiti nella ventidue italiana grazie agli inserimenti di Thomas e Vincent. Cinici e concreti gli uomini in maglia blu che con Jalibert segnano anche il clacio piazzato al 10'. Al 20', Garbisi segna il calcio di punizione per il momentaneo 3-10. Alla mezz'ora, però, arriva il terribile uno-due transalpino con le mete di Fickou e Vincent. Entrambi approfittano di una difesa che manca di prontezza e lucidità.


Il secondo tempo è allora una passerella per i francesi

Già al 49' Dulin segna a tutta velocità la meta del bonus (4 mete segnate attribuiscono un punto ulteriore in classifica ai 4 assegnati per la vittoria) sprintando sull'out di sinistra. Poi tocca a Dupont (54'), Thomas (57') e ancora Thomas (75'). Al 64' la meta azzurra tutta velocità con Sperandio. Quest'ultimo scatta sulla destra, avanza con un calcetto, raccoglie e segna. Ma il dominio, schiacciante, della Francia è più che evidente almeno quanto le enormi difficoltà della difesa italiana. Sabato prossimo, nuovamente alle 15.15, Bigi e gli altri saranno impegnati a Twickenham contro l'Inghilterra campione in carica.


Sei Nazioni, l'Italia parte con una batosta, all'Olimpico la Francia domina 50-10
Tags: Sei Nazioni, Rugby

Share this story: