Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Agrigento: interrogatorio per 6 ore il comandante della Sea Watch, perquisita la nave ancora sotto sequestro a LIcata
- Roma: modifiche al decreto sicurezza, restano le multe per le navi delle ong che non rispettano le regole, saltano quelle per il soccorso ai migranti
- Roma: intercettata busta contenente un proiettile indirizzata a Salvini, il ministro degli interni, non mi fanno paura
- Roma: caso Cucchi, l'Arma dei carabinieri, il ministero della Difesa e il Viminale chiedono di costituirsi parte civile nel processo sui presunti depistaggi
- Roma: torna libera Debora Sciacquatori, la 19enne che ha ucciso il padre violento, accusa derubricata in eccesso colposo di legittima difesa
- Francia: Ocse su situazione economica dell'Italia, secondo l'Economic Outlook crescita stagnante nel 2019, modesta nel 2020
- Bruxelles: via libera dall'Ue, dal 2021 vietati oggetti in plastica monouso come piatti, posate e cannucce
- Gb: Brexit, premier May apre alla possibilità che la Camera dei Comuni voti un emendamento che chieda un secondo referendum
- Mirandola (Mo): incendio nella sede della Polizia municipale, due morti e due feriti, arrestato un nordafricano
- Automobilismo: morto a 70 anni l'ex pilota austriaco Niki Lauda, leggenda della F1, tre volte campione del mondo
- Calcio: corsa alla panchina della Juventus, entra in scena Zidane, buone chances per Sarri, Conte sempre più vicino all'Inter
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
28 novembre 2018

Sempre meno pub in Gran Bretagna, calati di un quarto dal 2001

Fra i motivi delle chiusure c’è l’aumento dei costi di gestione

Sempre meno pub per le strade del Regno Unito. I locali simbolo britannici cominciano ad abbassare le serrande, come dimostrano le ultime cifre aggiornate che arrivano dall’Ufficio Nazionale di Statistica (Ons). Numeri che certificano la chiusura di oltre un quarto dei pub esistenti dall’inizio del nuovo millennio. Si è passati dal 52.500 nel 2001 ad appena 38.815. I più colpiti sono soprattutto i piccoli locali suburbani, schiacciati da costi di gestione sempre più alti. Fra le cause, anche l’aumento delle imposte della birra, salite del 42% fra il 2008 e il 2013. Tom Stainer, portavoce del gruppo Camra (Campaign for Real Ale) ha definito questi dati "scioccanti" e ha lanciato un appello al governo britannico “perché si salvino i pub dalla totale estinzione”.

Sempre meno pub in Gran Bretagna, calati di un quarto dal 2001