Sergio Leone, 30 anni dalla morte, Roma lo ricorda

 30 aprile 2019 | anniversario, cinema, sergio leone

Leone amava dire, il cinema è per me la vita, e viceversa, Roma lo ricorda con una mostra e una targa

Oggi, 30 aprile, ricorrono i trent'anni dalla scomparsa del regista Sergio Leone, avvenuta appunto il 30 aprile 1989. Per ricordare il regista che trasfigurò il western, Roma, la sua città, accoglierà una mostra dal 12 dicembre al Museo dell'Ara Pacis. “C'era una volta Sergio Leone”, a cura del direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli. Roma inoltre lo ricorderà oggi con una sobria cerimonia a Viale Glorioso, tra Trastevere e Monteverde, dove una targa ricorda l'ultimo "imperatore" romano. Il suo successo è dovuto innanzitutto alla celebre "Trilogia del dollaro", che dopo "Per un pugno di dollari" e "Per qualche dollaro in più" lo porta a girare in America con capitali e star americane "Il buono il brutto il cattivo" nel 1966. Da quel momento in poi Sergio Leone è diventato un guru del cinema internazionale. Le musiche di Ennio Morricone, le sceneggiature padroneggiate con mano sicura ma alimentate da talenti sempre nuovi (Dario Argento e Bernardo Bertolucci collaborano a "C'era una volta il west") e da complici/amici come Luciano Vincenzoni hanno fatto il resto. Nella vita è stato produttore, uomo d'affari, talent scout (gli si deve la scoperta di Carlo Verdone), anima solitaria e affettuoso marito e padre.
Sergio Leone, 30 anni dalla morte, Roma lo ricorda

Share this story: