Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Sri Lanka: ancora paura a Colombo, esplode un'autobomba, durante operazioni disinnesco, il bilancio degli attentati arriva a 290 morti, oltre 500 feriti, nessun italiano
- Sri Lanka: le indagini hanno portato all'arresto di 24 persone, in azione 7 kamikaze di una rete jihadista locale, ma con appoggi internazionali
- Vaticano: Papa Francesco al Regina Coeli del Lunedì dell'Angelo ricorda lo Sri Lanka, tutti condannino gesti disumani, senza possibili giustificazioni
- Roma: una polemica sul nulla, il commento di Matteo Salvini cerca di spegnere la bufera per la foto, in cui impugna un mitra, postata ieri
- Roma: Pasquetta, italiani nel pieno delle tradizionali gite e grigliate, nonostante il tempo non buono al centro-sud, disagi per il vento in Sicilia
- Malta: catturato a Malta il latitante della 'ndrangheta Antonio Ricci, esulta il ministro Salvini, grazie a Malta e alle forze dell'ordine, nessuna tregua per latitanti
- Roma: oggi è la Giornata Mondiale della Terra, l'Earth Day, è stata istituita per richiamare l'attenzione sulla tutela del pianeta
- Calcio: alle 19.00, il posticipo della 33° giornata in Serie A Napoli-Atalanta, gli azzurri vogliono blindare il 2° posto, i bergamaschi sognano la zona-Champions League
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
13 aprile 2019

Si candida a 94 anni, nel '48 fu tra le prime donne a votare

Maria Teresa Branduzzi corre per il consiglio comunale di Reggio Emilia

Candidata al consiglio comunale all'età di 94 anni. E' la curiosa storia di Maria Teresa Branduzzi in corsa per le elezioni amministrative del prossimo 26 maggio a Reggio Emilia. La donna si è schierata nella lista "Reggio è", satellite del Pd e in appoggio al sindaco Luca Vecchi che tenterà il bis nella città del Tricolore. L'anziana fu tra le prime donne a votare in Italia il 18 aprile del 1948 dopo che due anni prima entrò in vigore il suffragio universale grazie al referendum. La sua vicenda è stata riportata dalla stampa locale. "Faccio sul serio, la mia non è una candidatura spot - ha spiegato - Ho contribuito alla stesura del programma e credo molto nella politica. I miei modelli? Mi piaceva molto Nichi Vendola, tanto che per lui mi ero iscritta a Sel. Ora invece apprezzo molto l'approccio di Giuliano Pisapia, l'ex sindaco di Milano". Maria Teresa nella vita è stata un'insegnante e un'agguerrita sindacalista. "Ho frequentato l'università di ingegneria civile a Pisa, poi sono andata in Sardegna. Ho iniziato a fare la professoressa alle scuole medie di Terralba, un paesino in provincia di Oristano. Qui il Pci mi ha adocchiata e mi ha candidata al parlamento sardo come indipendente. Venni eletta, ma rinunciai perché il lavoro mi portò a Verona dove sono stata dieci anni. E qui ho fondato la Cgil scuola. Ci ho messo anima e corpo, ma poi mi sono stancata e ho detto basta all'insegnamento". Ma una volta lasciata la cattedra ha girato il mondo. "Volevo studiare le lingue e sono andata a Londra", continua a raccontare. E in un albergo londinese dove trovò lavoro, incontrò il suo attuale compagno, Bernard Stauffer, svizzero e più giovane di lei di 32 anni. "Lui studiava e io l'ho seguito. L'ho anche aiutato a fare qualche studio antropologico. Siamo stati a Parigi, Berlino, in Svizzera e in California. E ora sono tornata a Reggio, la mia città. Dove sono pronta alla sfida elettorale".

Si candida a 94 anni, nel '48 fu tra le prime donne a votare