Siri, Di Maio a Salvini, ultimo giorno per fare la cosa giusta

 07 maggio 2019 | salvini, di maio, siri

Non capirò mai perché la Lega in queste settimane abbia continuato a difendere Siri, dichiara Di Maio

Manca un giorno al consiglio dei ministri che dovrà prendere una decisione su Armando Siri e le polemiche sono ancora molto accese. È stata aperta un’inchiesta, da parte della Procura di Milano, sulla vicenda dell'acquisto da parte del Sottosegretario di una palazzina in provincia di Milano, tramite un mutuo acceso con una banca di San Marino. Salvini ribadisce di essere tranquillo, Di Maio invece insiste sulle dimissioni di Siri e oggi è tornato ad attaccare Salvini. "Oggi dai giornali emergono nuovi particolari sull'inchiesta del sottosegretario della Lega Armando Siri”, dice Di Maio, “secondo il Corriere della Sera si sarebbe anche rifiutato di rispondere alle domande dei giudici e avrebbe depositato solo una memoria spontanea. Non capirò mai perché la Lega in queste settimane abbia continuato a difendere Siri invece di fargli fare un passo indietro. Oggi è l'ultimo giorno utile perché Salvini comprenda l'importanza di questa vicenda. Mi auguro faccia la cosa giusta". Queste le parole di Di Maio in un lungo post su Facebook. Ieri, al termine della inaugurazione della nuova sede dei servizi a piazza Dante, anche il premier Giuseppe Conte è tornato sul caso Siri: "Al consiglio dei ministri di mercoledì non andremo alla conta", ha dichiarato.​
Siri, Di Maio a Salvini, ultimo giorno per fare la cosa giusta

Share this story: