Siri, il caso non è ancora chiuso, la Lega lo difende

 03 maggio 2019

Fra mercoledì e giovedì prossimi la resa dei conti nel Consiglio dei ministri

La mossa di ieri del premier Conte sembra non aver scritto la parola fine sul caso-Siri. Fonti della Lega fanno sapere che il Sottosegretario non si dimette, e che nel Carroccio "nessuno lo molla". La vicenda dunque potrebbe decidersi solo nel Consiglio dei ministri della prossima settimana, con la revoca di Siri all’ordine del giorno, e con Di Maio che avverte che nel governo il M5S ha la maggioranza. Intanto Salvini attacca il Tribunale di Bologna che ha accolto il ricorso di due richiedenti asilo contro il decreto sicurezza, imponendo al Comune la residenza. 'Una sentenza vergognosa, se qualche giudice vuole cambiare le leggi per aiutare gli immigrati, lasci il Tribunale e si faccia votare con la sinistra”
Siri, il caso non è ancora chiuso, la Lega lo difende

Share this story: