Social e figli, 30% genitori si dichiara impreparato

11 febbraio 2020, ore 15:00

Oggi è la Giornata Mondiale per la Sicurezza in Rete

Essere al passo con le diverse piattaforme di social media utilizzate dai propri figli puo' essere difficile tanto che il 30% dei genitori si dichiara impreparato e di non avere adeguate competenze dell'online. E' quanto emerge dalla ricerca di Telefono Azzurro-Doxa Kids 2020 presentata per la Safer Internet Day, la Giornata Mondiale per la Sicurezza in Rete istituita dalla Commissione Europea e che ricorre oggi, 11 febbraio. I genitori temono soprattutto che i propri figli incontrino contenuti che esaltino l'anoressia, l'autolesionismo, il suicidio (21%), oppure che siano esposti a contenuti pornografici (18%) o immagini drammatiche o violente. Nonostante queste paure, al 45% dei genitori e' capitato almeno una volta di permettere l'utilizzo al figlio/a di un'applicazione senza verificarne il limiti di eta' per l'utilizzo; nel 48% dei casi ritengono che i ragazzi siano in grado di utilizzare in maniera consapevole i social dai 16 anni. Anche il 46% degli insegnanti pensa di non aver ricevuto un'adeguata formazione.
Social e figli, 30% genitori si dichiara impreparato
Tags: Figli, social, Telefono azzurro

Share this story: