Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Francia: Cherif Chekatt localizzato e ucciso dalle forze speciali, in un deposito del quartiere di Neudorf, dove era stato visto per l'ultima volta
- Francia: il killer era armato di una pistola e di un coltello, aveva minacciato i poliziotti, sparando per primo, nessun ferito tra gli agenti
- Bruxelles: manovra con deficit al 2,04%, dopo vertice Juncker-Conte, commissario Ue Moscovici, ancora non ci siamo, ma vogliamo l'accordo
- Milano: i giudici stabiliscono che il caso mense di Lodi è discriminazione, il regolamento che penalizza gli stranieri deve cambiare
- Costa Rica: rapinato e ucciso con un coltello, Gianfranco Pescosolido, 56 anni, abitava nel Paese da anni, era uscito per una passeggiata in un parco
- Calcio: Europa League, Lazio-Eintracht Francoforte 1-2, biancazzurri già qualificati, fuori dai sedicesimi per differenza reti il Milan, battuto 3-1 dall' Olympiakos
- Calcio: ufficiale, l'ex direttore generale della Juventus, Beppe Marotta, è il nuovo amministratore delegato dell'Inter per l'area sportiva
- Nuoto: mondiali in Cina, argento per Simona Quadarella, secondo posto negli 800 metri stile libero in vasca corta
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
12 novembre 2018

Solidarietà sui social per un bimbo malato abbandonato

Il neonato è stato lasciato dalla madre in un ospedale di Bari

Un bambino di soli 48 giorni, affetto da una malattia metabolica congenita e con problemi cardiaci, è stato abbandonato dalla mamma la scorsa settimana all'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari e ora affidato ai servizi sociali. Sui social è già partita la gara di solidarietà di chi si dice pronto ad adottare il bimbo. La madre, una giovane romena residente in provincia di Taranto, ha lasciato all'improvviso l'ospedale abbandonando così suo figlio. Ai contatti telefonici in possesso dei medici non ha mai risposto nessuno. Immediata quindi la segnalazione alle forze dell'ordine da parte dei sanitari. Il bambino è costantemente monitorato da medici e infermieri, che volontariamente hanno organizzato tre turni da otto ore ciascuno per stargli accanto. A muoversi è stato da subito anche il mondo dell'associazionismo, diverse mamme si sono attivate raccogliendo beni di prima necessità per fornire al piccolo quanto necessario.

Solidarietà sui social per un bimbo malato abbandonato