Sono tornati i social, Facebook, Whatsapp e Instagram funzionano dalle 24 italiane, il guasto era interno

05 ottobre 2021, ore 01:22 , agg. alle 02:29

Il down rilevato alle 17.30 dal sito DownDetector le società di Zuckerberg hanno perso in borsa 6,1 miliardi di dollari , intanto ci sono accuse da una ex manager del gruppo


Alle 17.30, di ieri, ora italiana, i primi problemi per WhatsApp, Instagram e Facebook. A segnalarli gli utenti di Twitter che poi ha avuto anch’esso dei malfunzionamenti. Ma anche il sito downdetector.com che monitora continuamente i disservizi dei diversi canali social e delle chat mondiali. I responsabili dei social hanno lavorato , e sul guasto, che sarebbe stato causato una 'errata configurazione dei server di Facebook, quindi un errore interno. Lo riporta il New York Times che ha raccolto la spiegazione di Cloudflare, una societa' di infrastrutture web. Si è intervenuto in modalità manuale sui data server di Santa Clara , con l’invio di una squadra dedicata per ripristinare i servizi, che sono ripresi intorno alla mezzanotte italiana.

IN BORSA PERDITE SANGUINOSE 

Azioni giù di oltre il 5% e perdite per 6,1 miliardi di dollari per Mark Zuckerberg: sono i numeri della giornata nera delle sue reti sociali, per il cui guasto si sono fatte tante ipotesi e si sono verificate  molte preoccupazioni, tanto  che i servizi segreti di Israele avevano diffuso un allarme per un cyber -attacco.

LE ACCUSE  DI UNA MANAGER

Intanto il sistema di Mark Zuckerberg deve affrontare un’altra criticità, per la cosiddetta 'talpa' di Facebook che ha rivelato la sua identità alla Cnn, ribadendo l'accusa che Fb è perfettamente consapevole che le sue piattaforme diffondono odio, violenza e disinformazione, ma ha sempre cercato di dimenticarlo e nasconderlo per motivi d'interesse. "Quello che ho visto a Facebook è che c'è un conflitto d'interessi fra quello che è bene per il pubblico e quello che è buono per Facebook. E Facebook ha sempre scelto di ottimizzare i suoi interessi, come fare più soldi",ha detto Frances Haugen, che si è fatta intervistare alla trasmissione "60 minutes" dopo aver condiviso decine di migliaia di pagine di documenti interni del social con il Wall street Journal e presentato otto esposti alla Securities and Exchange, l'ente che regola la borsa americana. Tra poche ore testimonierà davanti ad una commissione del Senato. Haugen, 37 anni, era entrata a Facebook nel 2019 per occuparsi di contrastare la disinformazione come product manager nell'ambito di una squadra dedicata all 'integrità civica. Ma il gruppo di lavoro è stato sciolto dopo le elezioni americane. E Haugen, però, ha cominciato a raccogliere documenti. Secondo la manager, il fondatore del social, Mark Zuckerberg, "non ha mai voluto creare una piattaforma d'odio, ma ha permesso scelte i cui effetti collaterali sono che i contenuti di odio e divisivi sono più distribuiti e raggiungono più persone".

Sono tornati i social,  Facebook, Whatsapp e Instagram funzionano dalle 24 italiane, il guasto era interno
Tags: FACEBOOK, INSTAGRAM, SOCIAL, WHATSAPP, ZUCKERBERG

Share this story: