Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Tennis: Fabio Fognini trionfa al torneo di Montecarlo, battuto il serbo Dusan Lajovic in due set con il punteggio di 6-3, 6-4
- Sri Lanka: almeno 215 morti negli attentati che hanno insanguinato il Paese, otto le esplosioni tra la capitale Colombo e i dintorni, gli attacchi in 3 chiese e 3 hotel, tra le vittime 35 stranieri, 7 arresti
- Roma: Farnesina a lavoro per verificare se ci siano italiani coinvolti nelle esplosioni in Sri Lanka, per ora nessuna conferma
- Vaticano: Papa Francesco su attacchi in Sri Lanka, tristezza per gravi attentati, vicino a vittime di crudele violenza
- Usa: New York Times, Boeing ignorò le segnalazioni dei dipendenti sul 787 dreamliner, due aerei sono caduti in cinque mesi
- Genova: uomo di 56 anni uccide a martellate il padre di 91 e poi tenta il suicidio, ora è in ospedale ferito
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
06 novembre 2018

Squalifica a Magnini per doping, l’atleta, è un accanimento

Dopo la decisione del Tribunale nazionale antidoping di Nado Italia (Tna) è arrivata la replica dell'ex campione azzurro di nuoto

Quattro anni di squalifica per Filippo Magnini. Dopo la decisione presa dal Tribunale nazionale antidoping di Nado Italia (Tna) è arrivata la replica dell'ex campione azzurro di nuoto, a processo per uso o tentato uso di sostanze dopanti. L'accusa aveva chiesto otto anni di stop. “E' una sentenza già scritta e per questo sono incazzato nero – ha replicato il nuotatore –. E' un accanimento, una forzatura. Non ci sono prove, anzi le prove dimostrano il contrario. Faremo sicuramente ricorso”.

Squalifica a Magnini per doping, l’atleta, è un accanimento

L’atleta, in una conferenza che si è tenuta poco fa, ha aggiunto: “Non avrei immaginato una cosa del genere. Quattro anni? Io sarei stato arrabbiato anche per un giorno, perché viene fuori dal niente, quando abbiamo esempi nello sport di atleti che sono risultati positivi e hanno preso due mesi. Io ho sempre mantenuto un profilo basso, voglio dire solo una frase: il buon procuratore ha concluso la sua arringa il 15 ottobre alzandosi in piedi, sbattendo i pugni sul tavolo e dicendo: ‘Adesso questa è diventata una faccenda personale’. L’udienza, comunque, è registrata”.