Strage di Ravanusa: ritrovati i corpi di 4 dei 6 dispersi, il bilancio provvisorio delle vittime è di 7 morti

13 dicembre 2021, ore 09:39

Tra i corpi recuperati anche quelli di Selene Pagliarello, incinta al nono mese, e del marito Giuseppe Carmina. I loro corpi erano insieme a quelli dei genitori dell'uomo, Angelo Carmina e Enza Zagarrio. I cadaveri sono stati rinvenuti grazie a un cane dei Vigili del fuoco. La Procura di Agrigento ha aperto un'indagine sulla tragedia. Le ipotesi di reato sono omicidio colposo e disastro colposo

Prosegue senza sosta il lavoro dei vigili del fuoco in via Trilussa, a Ravanusa, tra i resti delle palazzine crollate due giorni fa per una fuga di gas. Si continua a scavare anche con le mani tra le macerie nella speranza, pur flebile, di trovare ancora qualcuno in vita. Questa mattina sono stati individuati i corpi di 4 dei sei dispersi. A guidare il lavoro dei soccorritori il cane Luna che è riuscito a seguire le tracce olfattive nella montagna di mattoni e ferro che rimane degli edifici collassati. I cadaveri erano tutti insieme. Si tratta di Selene Pagliarello, la donna incinta al nono mese, il marito Giuseppe Carmina e i genitori di quest’ultimo, Angelo Carmina e Enza Zagarrio. I quattro erano al terzo piano dell’edificio dove è avvenuta l’esplosione. Il bilancio provvisorio delle vittime sale dunque a 7. La prefettura di Agrigento ieri ha assicurato che le operazioni andranno avanti ad oltranza. “Abbiamo dalla nostra parte tutto il Paese e sono in campo le migliori risorse umane e tecnologiche”, ha dichiarato il sindaco del centro agrigentino, Carmelo D'Angelo, che ieri ha ricevuto la telefonata del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il capo dello Stato gli ha manifestato la sua vicinanza e il cordoglio per una tragedia inimmaginabile. Una delle due donne estratte vive, Rosa Carmina, 80 anni, ha ricostruito i momenti drammatici in cui i soccorritori sono riusciti a trarla in salvo e ha parlato con dolore della sorte dei familiari che con lei vivevano in uno degli edifici sventrati dalla deflagrazione.

Le indagini

La Procura di Agrigento ha aperto un ‘inchiesta per la tragedia di Ravanusa. Le ipotesi di reato su cui stanno lavorando gli investigatori sono quelle di omicidio colposo e disastro colposo. Non ci sono dubbi sul fatto che si sia stata una fuga di gas a provocare l’esplosione e il successivo crollo dei 4 edifici. Gli investigatori, però dovranno accertare se vi siano se vi siano responsabilità di chi doveva gestire la manutenzione della rete, risalente al 1984. L’intera area, di oltre 10 mila mq, è stata sottoposta a sequestro. Uno dei sopravvissuti alla strage, Calogero Bonanno, che si trovava in un appartamento adiacente ad una delle palazzine crollate, ha parlato di odore di gas nei giorni scorsi. "Alcuni vicini mi hanno detto che si sentiva odore di gas – ha dichiarato -. Se e' vero c'e' stata una negligenza imperdonabile". "Negli ultimi sette giorni so che diversi cittadini hanno lamentato la puzza di gas nella zona che chiamiamo via delle Scuole Don Bosco in contrada Masciminici, dov'è avvenuta la tragedia, ma nessuno e' intervenuto. Sia il sindaco che i tecnici del gas non hanno ricevuto segnalazioni”, gli ha fatto eco il consigliere comunale Giuseppe Sortino. Con tutta probabilità la rottura di una tubatura ha provocato una sorta di “bolla di metano” nel sottosuolo che poi è esplosa. Incertezze anche sull’innesco. I vigili del fuoco che a far scattare la scintilla possa esser stato l’ascensore o magari l’attivazione di un frigorifero


Oltre 100 gli sfollati

Sono oltre 100 le persone che sono state sgomberate dall’area attorno al luogo della tragedia. Il sindaco D’Angelo li ha collocati in diversi alberghi della zona e in paesi limitrofi. Questa mattina si terrà un vertice in prefettura ad Agrigento per fare il punto sull’emergenza e trovare una soluzione a lungo termine per le persone rimaste senza abitazione


Strage di Ravanusa: ritrovati i corpi di 4 dei 6 dispersi, il bilancio provvisorio delle vittime è di 7 morti
Tags: Agrigento, dispersi, fuga di gas, morti, Ravanusa

Share this story: