Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
-
-
-
- Basilicata: il candidato del Centrodestra Vito Bardi vince le elezioni regionali con oltre il 42% delle preferenze
- Usa: Russiagate, conclusioni procuratore Mueller, nessuna collusione fra Trump e Mosca, Trump, no collusione, no ostruzione, manteniamo grande l'America
- Roma: ius soli, sindaco Milano Sala, Salvini evita il dibattito, è polemica dopo le affermazioni del ministro dell'Interno sul bambino di origine straniera che ha lanciato l'allarme dal bus sequestrato nel milanese
- Lecce: il premier Conte, la mia esperienza politica termina con l'attuale governo
- Londra: Brexit, raccolte oltre 5 milioni di firme per revocare uscita dall'Ue, premier May convoca una riunione di crisi
- Torino: giovane violentata nel parco del Valentino, arrestato il presunto aggressore, è originario della Guinea e irregolare
- Reggio Emilia: neonato di 5 mesi è morto dopo essere stato sottoposto a circoncisione clandestina in casa, i genitori hanno origine ghanese
- Calcio: l'Italia è a Parma, martedì gli azzurri affronteranno il Liechtenstein in una gara per le qualificazioni ai prossimi Europei
- Sport: Biathlon, Dorothea Wierer vince la Coppa del Mondo, la prima italiana della storia
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
27 dicembre 2018

Su navi militari Usa niente più a “pane e acqua”

Il nuovo codice entrerà in vigore il primo gennaio e cancella la punizione

Ad oggi a bordo delle navi della Marina Militare Usa sarebbe possibile punire un membro dell'equipaggio di basso grado costringendolo a “pane e acqua”. Ma dal prossimo primo gennaio non sarà più così, infatti, entrerà in vigore il nuovo codice approvato nel 2016 dal Congresso che prevede l'introduzione di una serie di cambiamenti volti a rendere più giusto ed efficiente il sistema della giustizia militare. Secondo il New York Times, i comandanti di navi e più in generale nelle forze armate avranno ancora l'autorità per punire infrazioni minori senza ricorrere a processi, ma una delle novità - su cui in passato si era tentato a lungo di intervenire ma senza successo- è la totale eliminazione della ormai obsoleta regola che autorizzava i comandanti delle navi ad imporre “razioni ridotte” ai marinai per un periodo di fino a tre giorni alla volta.

Su navi militari Usa niente più a “pane e acqua”