Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: in arrivo sulle regioni italiane freddo e vento, una corrente gelida proveniente dalla Russia porterà a un forte calo delle temperature
- Stati Uniti: il presidente Trump oggi visiterà le zone della California devastate dagli incendi, intanto il bilancio è salito a 71 morti, mille gli sfollati
- Roma: oggi si riunirà l'Assemblea Nazionale del Pd per le date di Congresso e Primarie, l'ex ministro Minniti non ha sciolto la riserva sulla corsa alla segreteria
- Folgaria (Tn): un uomo ha ucciso il figlio della compagna, si è barricato in casa e poi si è suicidato, la donna fuggita da una finestra sul retro
- Francia: manifestazioni in tutto il Paese contro il caro carburante, a Pont de Beauvoisin una manifestante è morto travolta da un auto
- Trapani: confiscati beni per un valore di 21 milioni di euro a due imprenditori, sono accusati di essere legati al boss latitante Matteo Messina Denaro
- Calcio: questa sera, a Milano, Italia-Portogallo di Nations League, in 70mila a San Siro, tutti i goal e le emozioni in diretta su Rtl 102.5
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
29 ottobre 2018

Tap, tutto pronto per i lavori in mare nel microtunnel

Forse già oggi le opere di monitoraggio, poi exit point del metanodotto

I lavori in mare che la multinazionale Tap avviera' al largo di San Foca di Melendugno, non appena le condizioni meteo marine lo permetteranno, prevedono una serie di operazioni da compiere in corrispondenza del punto di uscita del microtunnel del gasdotto che sara' scavato da una 'talpa' sottomarina. L'exit point e' posizionato al largo, a circa 800 metri dalla costa. Le operazioni da compiere sono di due tipi: prima di monitoraggio, poi quelle di protezione ambientale all'altezza del punto di uscita del microtunnel, in cui inizio sara' sulla terraferma, a circa 800 metri dalla costa. Se le condizioni del mare lo permetteranno, gia' oggi comincera' l'installazione dei sensori di monitoraggio nella zona di mare vicina all'exit point dell'opera. Se ne occupera' l'imbarcazione 'Sara T'. E' previsto il posizionamento di una boa idrofono per il monitoraggio del rumore sottomarino e dei mammiferi marini e di boe turbidimetro (fissa e mobile) per monitorare la torbidita' dell'acqua. Inoltre, a circa tre miglia nautiche dall'exit point, ci sara' anche un controllo visivo dei mammiferi con l'impiego di operatori qualificati Marine Mammals Observers su alcune barche. Per quanto riguarda invece l'attivita' di costruzione del microtunnel (lungo 1.540 metri, con diametro interno di 2,4 metri), il progetto prevede l'installazione in mare del palancolato provvisionale, in corrispondenza del punto di uscita dell'opera. Le palancole, una sorta di steccato verticale lunghe 28 metri e infisse nel fondo marino per circa 21 metri, saranno posizionate dalla nave Adhe'mar de Saint-Venant (lunga 95 metri, con una stazza di 6200 tonnellate, da giorni a Brindisi) su incarico di Saipem, che ha subappaltato i lavori a Jan Den Nul. 

Tap, tutto pronto per i lavori in mare nel microtunnel