Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Francia: attentato di Strasburgo, il giovane giornalista italiano Antonio Megalizzi, colpito alla testa da un proiettile, è in condizioni disperate
- Francia: attentato di Strasburgo, sempre in fuga il killer Cherif Chekatt, avrebbe detto di aver agito per vendicare i morti in Siria
- Roma: trattativa con l'Europa sulla manovra, comunicato congiunto Salvini-Di Maio, piena fiducia nel lavoro del premier Conte
- Bruxelles: Moscovici sulla manovra italiana, ancora non ci siamo, ma i mercati promuovono l'accordo Conte-Juncker, con deficit al 2,04%
- Grosseto: venti bambini intossicati dal monossido di carbonio durante una festa di compleanno, ma non sono in gravi condizioni
- Francoforte: la Banca Centrale Europea ha confermato il livello dei tassi di interesse, il principale resta fermo allo 0%
- Francia: ad Avignone un manifestante dei gillet gialli investito e ucciso da un TIR, aveva 23 anni, il camionista è in stato di fermo
- Nuoto: mondiali in CIna, Simona Quadarella ha vinto la medaglia d'argento negli 800 stile libero in vasca corta
- Calcio: Europa League, alle 18.55 Lazio-Eintracht Francoforte, alle 21.00 Olympiakos-Milan, rossoneri a un passo da qualificazione
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
08 dicembre 2018

Testimone discoteca, è stata una scena da brividi

Mi sentivo soffocare, giovane sotto di me gridava "sto morendo"

"Una scena da brividi. Avevo persone sopra e sotto di me. Mi sentivo soffocare. Una ragazza che era ancora piu' sotto di me urlava e diceva 'sto morendo, sto male'. Poi qualcuno mi ha tirata su e mi sono salvata". Racconta cosi' l'orrore vissuto nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo, dove sei persone sotto morte nella calca, Greta Narducci, 19 anni, di Imola. E' al pronto soccorso dell'ospedale di Torrette di Ancona per accertamenti, seduta in sedia a rotelle perche' e' rimasta ferita ad un piede. Era venuta nelle Marche per passare qualche giorno in occasione del POnte dell'Immacolata con il fidanzato, che e' di Montemarciano (Ancona). Insieme sono andati al concerto. "Abbiamo visto la calca di persone con felpe portate alla bocca che cercavano di raggiungere l'unica porta di uscita aperta, quella dove si esce per fumare - dice la 19enne - siamo corsi li. Prima eravamo nella parte sotto del locale. Vedevano gente scendere accalcata dalle scale di sopra per dirigersi verso l'uscita. Arrivati dopo le scale, sono volata giu'. Non potevo muovermi, avevo una gamba incastrata - racconta -. Io riuscivo a respirare perche' sopra la testa non avevo nessuno. Poi mi hanno tirata su. Ho aiutato altri a venire su poi mi sono allontanata". Greta, ancora sotto choc, continua quasi incredula il racconto di quei momenti di terrore e angoscia. "C'erano corpi -aggiunge- che non si muovevano piu'. Il mio ragazzo e' riuscito a liberarsi prima perche' si e' sfilato le scarpe ed e' riuscito a tirarsi via. La bocca e il naso mi o bruciavano. C'era qualcosa nell'aria, ma non aveva sapore. Abbiamo preso l'auto per andare in ospedale. Adesso mi e' rimasto un dolore alla gamba".

Testimone discoteca, è stata una scena da brividi