Tramonta il sogno di Luna Rossa, Team New Zealand conquista la Coppa America vincendo la decima regata

17 marzo 2021, ore 08:38 , agg. alle 11:48

I padroni di casa si sono portati sul 7-3 contro Luna Rossa, grazie a una regata controllata fin dalla prima boa, Te Rehutai ha dimostrato di essere più veloce dell'imbarcazione italiana

C’è l’amarezza per esser arrivati vicini all’impresa, ma anche la consapevolezza di aver realizzato ciò che mai era riuscito a un team italiano. Il sogno di Luna Rossa di conquistare la Coppa America si è infranto con la decima regata. Team New Zealand ha dominato la sfida e si è portata sul 7-3 della serie, aggiudicandosi la 36esima edizione del trofeo. Ai padroni di casa, guidati da Peter Burling, si deve riconoscere il merito di esser riusciti a far crescere la proprio imbarcazione fin dal primo match race, rendendo chiara la superiorità sulla barca italiana, anche se il risultato finale forse non rende giustizia alle ottime prove del team azzurro. Grande festa per il pubblico di Auckland, assiepato di fronte ai maxi schermi, in un contesto che sembra fuori dal tempo per noi in Italia, alle prese con le restrizioni anticovid.


La Regata

Come già avvenuto nelle regate precedenti, la partenza è stata piuttosto equilibrata, con Luna Rossa che ha scelto il lato sinistro e Team New Zealand quello destro. Tra le due imbarcazioni i distacchi sono rimasti molto risicati, con un paio di incroci mozzafiato, fino alla prima boa. Poi nel leg di poppa i Kiwi hanno guadagnato metro su metro giungendo al secondo gate con un un vantaggio di 9 secondi, diventati 27 nel terzo gate, 37’’ nel quarto e 49’’ nel quinto. Sul traguardo, dopo una regata in pieno controllo, Te Rehutai è arrivata con poco meno di 500 metri di margine e 49 secondi di gap. Poi la grande festa a bordo e lo champagne a bagnare lo scafo che si è dimostrato più veloce e performante di Luna Rossa.


Il sogno di Luna Rossa non tramonta

L’amarezza per la sconfitta è tutta nelle parole di Francesco Bruni, uno dei due timonieri di Luna Rossa: "È stata una grande esperienza, complimenti a New Zealand . Hanno fatto un grande lavoro. Complimenti anche al nostro team: abbiamo mostrato a tutto il mondo che possiamo farcela anche noi. Siamo stati sfortunati negli ultimi giorni, ma il lavoro è stato ottimo. Ci siamo arrivati vicini, non è finita la corsa di Luna Rossa in Coppa America, ci riproveremo con maggiore esperienza. Spero di avere una nuova opportunità. Sono felice di quanto fatto, grazie all'Italia per il supporto”. Dello stesso tenore il commento del collega, James Spithill, peraltro sconfitto anche nella precedente edizione quando era alla guida di Oracle: “È una squadra incredibile, tutta la campagna è stata fantastica. I ragazzi sono stati instancabili, con un'etica ineccepibile. Una delle coppe più belle, è fantastico essere parte di questa squadra italiana. New Zealand ha fatto un grande lavoro in queste finali. Il futuro? Vedremo. Adesso torniamo dalle famiglie, andremo a berci una birra con i Kiwi e gli faremo i complimenti. C'è stato uno sforzo di squadra enorme, è stato bello. Grazie all'Italia e ai nostri tifosi". Max Sirena, lo skipper di Luna Rossa, affida a Instagram il suo commento: “Grazie dell'opportunità, grazie a tutti i ragazzi del team: è un'esperienza che mi porterò nel cuore per sempre!!! Mi dispiace, non è andata come avremmo voluto, ma è sport e uno vince, uno perde!!! Ringrazio tutti, tutti gli italiani che ci hanno seguito e supportato: il vostro calore è arrivato fin qui!!! Grazie, grazie, grazie”.


Tramonta il sogno di Luna Rossa, Team New Zealand conquista la Coppa America vincendo la decima regata
Tags: Luna Rossa , Team New Zealand

Share this story: