Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Roma: oggi al via gli esami di maturità per 500mila studenti, si comincia con il tema di italiano
- Calcio: Michel Platini fermato in Francia, interrogato nell'inchiesta sulla presunta corruzione per l'assegnazione dei mondiali, è stato rilasciato in nottata
- Calcio: inchiesta sull'assegnazione al Qatar dei Mondiali 2022, Platini respinge le accuse di corruzione, sono estraneo ai fatti
- Brescia: un bambino di un anno è ricoverato in gravi condizioni, avrebbe ingerito cocaina, medici, sta migliorando
- Roma: Andrea Camilleri in rianimazione, gravi ma stabili le condizioni dello scrittore, i medici, ha una fibra forte
- Napoli: premier Giuseppe Conte, recuperato clima di fiducia con Salvini e Di Maio dopo toni veementi della campagna elettorale
- Gran Bretagna: il ministro Tria torna a bocciare i minibond, strumento illegale, Salvini, le tasse vanno abbassate
- Portogallo: simposio delle banche centrali, presidente della Bce Draghi, rischio inflazione, Eurozona resta debole
- Roma: Istat, 1, 8 milioni di famiglie italiane vivono in povertà assoluta, pari a circa 5 milioni di persone
- Calcio: mondiali femminili, Italia-Brasile 0-1, azzurre qualificate agli ottavi come prime del girone
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
09 gennaio 2019

Trovati 17 scheletri decapitati risalenti all'epoca romana

Secondo quanto emerge dalle prime ricerche non si tratta di esecuzioni ma di un misterioso rito funebre, i corpi hanno la testa posizionata tra le gambe

Nel sito archeologicco di Great Whelnetham, vicino a Bury St. Edmunds nel Suffolk, in Inghilterra, è emerso un cimitero di epoca romana risalente al IV secolo con 17 scheletri decapitati perfettamente conservati e con la testa posizionata tra le gambe. A scoprirlo un team di scienziati della Archaeological Solutions, coinvolti negli scavi di un nuovo centro residenziale che sorgerà nella cittadina britannica. Quello che risulta dagli esperti però, è che i resti non sono il risultato di esecuzioni. "Sembra piuttosto essere un accurato rito funebre", afferma il professor Andrew Peachey , che ha guidato la ricerca, "che può essere associato a un gruppo particolare all'interno della popolazione locale, forse un culto o una pratica che è venuto con un gruppo che si è trasferito in questa zona". "Le incisioni attraverso il collo erano post mortem", prosegue, "e sono state fatte ordinatamente proprio dietro la mascella. Un'esecuzione taglierebbe più in basso attraverso il collo e con forza violenta, e questo non è presente da nessuna parte".

Trovati 17 scheletri decapitati risalenti all'epoca romana