Ucraina: Mosca attacca anche il nord ovest, raid a Lutsk; a Dnipro bombe su un asilo, Ue, pronti a nuove sanzioni

11 marzo 2022, ore 08:27 , agg. alle 08:41

Prima d'ora le forze militari russe non avevano attacca il nord ovest dell'Ucraina: a Lutsk colpito un aeroporto

Le bombe russe sono arrivate anche nel nord ovest dell'Ucraina: la Tv e i media ucraini hanno riferito di esplosioni a Lutsk dove l'offensiva aerea delle forze di Mosca ha preso di mira un aeroporto. Secondo alcune testimonianze locali, i russi avrebbero colpito una fabbrica, l'unico luogo in cui e' possibile riparare alcuni motori di aerei da combattimento. Il sindaco di Lutsk ha confermato che le esplosioni sono avvenute vicino all'aeroporto ed ha invitato i cittadini a mettersi al riparo. Il canale ucraino ICTV ha riferito che uno stabilimento vicino all'aeroporto è in fiamme. Lutsk una citta' dell'Ucraina nord-occidentale, capoluogo dell'oblast di Volinia, che si trova a 150 km a nord di Leopoli, dove si sono spostate molte ambasciate occidentali.

Raid su Dnipro, finora risparmiata

I russi hanno attaccato per la prima volta anche Dnipro, una città dell'entroterra situata sul fiume Dnepr, nella parte centro orientale del Paese. Lo riferisce la Bbc, sottolineando che in queste città non c'erano stati bombardamenti russi finora. A Dnipro, i media ucraini hanno parlato di tre esplosioni, di cui una avrebbe colpito una fabbrica di scarpe di due piani. Le altre due esplosioni sono avvenute vicino a un asilo nido e a un condominio, secondo i rapporti diffusi dalla Bbc.  Missili e cannonate segnalati anche a Ivano-Frankivsk, nel sud-ovest, un centinaio di chilometri a sud di Leopoli. 

Ue promette nuove sanzioni e Biden vuole imporre dazi doganali

L'Occidente punta ad isolare sempre di più la Russia sul fronte economico, in risposta all'invasione dell'Ucraina. Con gli Usa capofila, che vogliono togliere tutti i privilegi commerciali a Mosca. Joe Biden, infatti, dopo aver già colpito la Russia con dure sanzioni, fermando anche l'import di gas e petrolio, vuole andare oltre. Il presidente americano, riporta Bloomberg, si appresta a chiedere la fine delle normali relazioni commerciali con la Russia, aprendo la strada a un aumento dei dazi sulle importazioni. L'annuncio della revoca dei privilegi commerciali arriverà insieme al G7 e ai leader dell'Ue. La sospensione dei normali rapporti commerciali, conosciuta anche come la clausola della nazione più favorita, metterà la Russia alla pari di paesi come Cuba e Corea del Nord. E consentirà agli Usa di imporre dazi molto più alti rispetto agli altri membri Wto. Sono pronti a nuove sanzioni anche i leader Ue, che si sono riuniti a Versailles sotto la presidenza del semestre francese. Nel comunicato finale i capi di Stato e di governo dei 27 hanno chiesto alla Russia di fermare le operazioni militari, garantire gli accessi umanitari e la sicurezza delle centrali nucleari. Più interlocutoria, invece, la posizione sulla richiesta di adesione presentata da Kiev.

 Cina condanna sanzioni, rischio nucleare ancora alto

La Cina invece ha definito le sanzioni un "danno per la ripresa mondiale" ed ha fatto sapere che "lavorerà con la comunità internazionale per evitare l'ulteriore escalation". E resta l'allarme internazionale per lo stato delle centrali nucleari. L'Aiea ha annunciato ispezioni, dopo che Kiev ha fatto sapere di aver perso le comunicazioni con Chernobyl. L'agenzia internazionale per l'energia atomica non è ancora stata in grado di confermare i rapporti secondo cui le linee elettriche della centrale sarebbero state riparate, il giorno dopo la perdita degli alimentatori esterni

Zelensky, Mosca "terrorista"

Da Kiev, Volodymyr Zelensky ha nuovamente accusato la Russia di  non rispettare le tregue per favorire i corridoi umanitari: "Stiamo affrontando uno stato terrorista", ha tuonato il presidente ucraino, in un nuovo video, qualche ora fa. Mosca invece ha chiesto la convocazione di un Consiglio di Sicurezza dell'Onu per discutere le "attività biologiche militari americane in Ucraina". Zelensky ha replicando dicendosi preoccupato che si tratti di un pretesto di Mosca per condurre attacchi con armi proibite: "Se vuoi conoscere i piani della Russia, guarda cosa la Russia accusa gli altri di pianificare". La riunione del Consiglio Onu su questo dossier è stata convocata per oggi. 

Ucraina: Mosca attacca anche il nord ovest, raid a Lutsk; a Dnipro bombe su un asilo, Ue, pronti a nuove sanzioni
Tags: Russia, Ucraina, Ue, Usa

Share this story: