Ucraina: si intensifica l'offensiva russa, massicci bombardamenti su Kharkiv, morti e feriti

02 marzo 2022, ore 13:00 , agg. alle 14:05

Questa sera secondo round di colloqui tra Kiev e Mosca per negoziare un cessate il fuoco

Almeno 21 persone sono morte e altre 112 sono rimaste ferite dall’inizio dei bombardamenti russi su Kharkiv. Lo ha reso noto il sindaco della città, che si trova nel nord-est dell'Ucraina, dove nelle scorse ore sono atterrati paracadutisti russi. Stamattina nuovi massicci raid. Colpiti il quartiere generale della polizia, gli edifici dei servizi di sicurezza e l'Università. Distrutto anche un ospedale. Le immagini mostrano i vigili del fuoco che combattono gli incendi scoppiati in vaste aree di Kharkiv. Almeno 4 persone sono morte nell’attacco, scattato verso le 7 ora italiana. Notizie contraddittorie sulla città portuale meridionale di Kherson, vicina alla Crimea. Le forze armate russe stamani hanno detto di averla completamente conquistata. Il sindaco di Kherson ha ribattuto: siamo circondi dai russi ma la città non è caduta nelle loro mani. Intanto, le forze filo-russe della Repubblica popolare di Donetsk hanno circondato Mariupol, porto strategico sul mar d'Azov al confine con il Donbass, in base a quanto riferisce un portavoce della milizia separatista. La città ieri è stata oggetto di pensanti bombardamenti.


Appello di Zelensky a Israele e agli ebrei

Il leader ucraino Zelensky ha lanciato un appello agli ebrei di tutto il mondo, affinché non restino in silenzio di fronte all'attacco russo all'Ucraina. Ricordo che il nazismo è nato nel silenzio, ha sottolineato il presidente dello stato ex sovietico, nato in una famiglia di origine ebraica. Nell’attacco di ieri alla torre della tv a Kiev è stato danneggiato anche il memoriale della Shoah, nei pressi della capitale.


I negoziati tra Kiev e Mosca

Si terrà  questa sera un secondo round di colloqui tra  Russia e Ucraina. Il Cremlino ha fatto sapere che Mosca è pronta a sedersi nuovamente al tavolo delle trattative, mentre l'invasione  entra nel suo settimo giorno. La delegazione di Mosca, si è appreso, arriverà nel tardo pomeriggio in una località segreta. Anche Kiev si è detta pronta a una seconda tornata di colloqui ma non accetterà ultimatum da parte di Mosca. Da segnalare una dichiarazione del ministro degli esteri russo Lavrov. Una terza Guerra Mondiale, se dovesse scoppiare, sarebbe nucleare e devastante. Così  il capo della diplomazia russo.


L’Unione Europea apre le braccia ai profughi

La Commissione europea ha proposto di attivare la direttiva per ‘la protezione temporanea’ ,per dare assistenza immediata alle persone in fuga dalla guerra in Ucraina. Agli sfollati sarà concesso un permesso di soggiorno, l'accesso all'istruzione e al mercato del lavoro. Tutti coloro che fuggono dalle bombe di Putin sono i benvenuti in Europa, offriremo protezione a chi cerca riparo. Così oggi il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Sono circa 836mila i profughi che sono fuggiti dal conflitto in Ucraina, secondo le Nazioni Unite.


Ucraina: si intensifica l'offensiva russa, massicci bombardamenti su Kharkiv, morti e feriti
Tags: bombardamenti, guerra Ucraina, Kharviv, Kiev, negoziati, Zelensky

Share this story: