Ucraina: Zelensky, senza lo stop dell'Europa al gas russo non si può costringere Putin alla pace

12 aprile 2022, ore 18:00

Il presidente ucraino, in un intervento al parlamento lituano, ha denunciato il ritrovamento di nuove fosse comuni nelle aree che erano state occupate dall'esercito del Cremlino

Nuovo pressing su Bruxelles di Zelensky. Senza uno stop al gas russo da parte dell’Unione Europea non si potrà costringere Mosca alla pace, ha detto il presidente ucraino in un intervento al parlamento lituano, in cui ha denunciato il ritrovamento, nelle aree liberate dai russi, di nuove fosse comuni e ha parlato di nuove evidenze rispetto a casi di torture e stupri, anche di minori, da parte dei russi.  Nuovo appello alla comunità internazionale. A Kiev serve più supporto militare, la perdita di vite umane è anche responsabilità di chi conserva nei propri arsenali le armi di cui l'Ucraina ha bisogno. Così Zelensky in un nuovo messaggio diffuso nelle scorse ore.


Putin, necessaria una vigorosa azione nel Donbass 

L’operazione speciale procede secondo i piani, le tattiche sono state decise in base alla necessità di arrivare a un’ azione vigorosa nel Donbass. Così Putin nella conferenza stampa che ha tenuto, con il presidente bielorusso Lukashenko, in occasione di una visita al Cosmodromo di Vostochny. Gli ucraini hanno spinto i colloqui in un vicolo cieco, l'operazione nel Paese andrà avanti finché non ci saranno negoziati accettabili, ha aggiunto il leader del Cremlino, che ha nuovamente bollato come un falso i massacri di Bucha. 


Si rafforza la presenza dell'esercito di Mosca a est

L'offensiva di Mosca prosegue e si rafforza nel Donbass, dove stanno confluendo uomini e mezzi dalla Russia, mentre si temono attacchi con agenti chimici. Su Mariupol è caduto un drone russo che secondo Kiev conteneva sostanze tossiche. Il Pentagono non è stato in grado di confermare. In corso verifiche sull’utilizzo di munizioni al fosforo nella città assediata.


Dati Unicef sui bambini ucraini

Nel dramma della guerra chi paga di più sono i più piccoli. Secondo l'Unicef, circa 4 milioni e 800 mila bambini sono stati costretti a lasciare l'Ucraina, dall'inizio del conflitto, e quasi due bambini su tre non hanno più una casa dove vivere. Nelle comunità sotto attacco rimaste nel Paese, almeno un milione e mezzo di bambini potrebbe essere a rischio di non avere abbastanza di che nutrirsi, sempre secondo l'Unicef. 


Vaticano e Amabasciata ucraina 

In vista della Pasqua l’ambasciata ucraina presso la Santa Sede ha contestato la decisione del Vaticano di far portare insieme la croce a una famiglia ucraina e una russa durante la Via Crucis del Venerdì Santo in programma al Colosseo, che sarà presieduta da Papa Francesco.

Ucraina: Zelensky, senza lo stop dell'Europa al gas russo non si può costringere Putin alla pace
Tags: Putin, Donbass, Mariupol, Ucraina, Unicef, Zelensky

Share this story: