Ue: rischia di allargarsi l’inchiesta sui presunti fondi dal Qatar

13 dicembre 2022, ore 19:30

In Belgio uno dei 4 arrestati avrebbe fatto il nome di Marc Tarabella. L’eurodeputato non risulta indagato

Francesco Giorgi, uno dei 4 imputati,  compagno del’ex vicepresidente dell’Eurocamera Eva Kaili oggi, dopo essere finito in manette, ha parlato per ore con i giidici, mentre nella sua abitazione di Abbiategrasso, in provincia di Milano venivano sequestrati 20mila euro in contanti. Potrebbe allargarsi l’inchiesta sui presunti fondi dal Qatar per corrompere esponenti del parlamento europeo. Secondo il quotidino belga l’Echo uno dei quattro arrestati avrebbe fatto il nome di Marc Tarabella. Non ho nulla da nascondere, ha immeditamanete replicato l'eurodeputato socialista,  che attualmente non risulta indagato. Il politico belga, di origini italiane, gode dell'immunità parlamentare che viene persa, lo ricordiamo, solo in caso di flagranza di reato. Il partito socialista belga, nelle ultime ore, ha preso una decisione importante nei suoi riguardi, diffondendo  una nota in cui si legge: "Il collegio dei presidenti e vicepresidenti del Partito socialista belga ha deciso di esercitare le sue prerogative e sospende Marc Tarabella dalla sua qualità di membro del partito per la durata del procedimento giudiziario". In mattinata Tarabella era stato anche sospeso dal gruppo dei Socialisti e Democratici al Parlamento europeo.


I quattro imputati dietro le sbarre 

Eva Kaili, destituita oggi dalla carica di vicepresidente dell'Eurocamera,  è stata trasferita nel carcere di Haren, alla periferia nord-orientale di Bruxelles. La procura belga, interpellata a riguardo, non ha voluto confermare se anche gli altri tre agli arresti (Antonio Panzeri, Francesco Giorgi e Niccolò Figà-Talamanca) si trovino nella stessa struttura. Tutti e quattro domani sono attesi per la prima udienza preliminare sul Qatargate. La polizia federale belga, intanto, ha diffuso una foto dei contanti ritrovati a casa di Antonio Panzeri, al centro dell’inchiesta con la sua Ong “Fight Impunity”, nell'abitazione di Eva Kaili e nelle borse che aveva il padre dell'eurodeputata greca al momento dell'arresto. Nell'immagine si vedono pile di biglietti su un tavolo. In totale la polizia belga ha recuperato nel corso delle perquisizioni,  effettuate nei confronti di Kaili e Panzeri, oltre un milione e mezzo di euro in contanti. Perquisiti nelle ultime ore anche gli uffici di due capo unità dell’Eurocamera.


Ue:  rischia di allargarsi l’inchiesta sui presunti fondi dal Qatar per corrompere l'E
Tags: Antonio Panzeri, Corruzione, Agenzia Fotogramma, Eva Kaili, Francesco Giorgi, Qatar, scandalo fondi dal Qatar

Share this story: