Ultima frontiera della degustazione, nel menù spunta la lasagna in tubetto

23 gennaio 2021, ore 14:00
agg. 25 gennaio 2021, ore 11:41

L'idea è di un giovane chef emiliano, Valerio Braschi, vincitore della sesta edizione di Masterchef, nel 2017

Gli chef sono diventati i veri nuovi divi. Milioni di italiani si appassionano a ricette e menù stravaganti e costosi, sempre all’insegna del made in Italy. Anche fuori dai nostri confini.  I piatti che più rappresentano la nostra cucina sono i “primi”, e tra questi la lasagna è uno dei più gettonati. In mano a cuochi di alta cucina nel tempo abbiamo visto strutturarsi e destrutturarsi questa leccornia, fino quasi a non riconoscerla, una volta servita. E oggi proprio questo primo piatto, eccellenza emilana, è tornato al centro dell’attenzione per una trasformazione che ha dell’incredibile: la lasagna in tubetto, sostanzialmente una crema. Una prelibatezza da assaggiare in un ristorante romano gestito da uno chef molto promettente, noto per essere apparso sul piccolo schermo. 


La lasagna finisce in un tubetto simile a quello del dentifricio

"Lasagna 2021", questo il nome del piatto, si presenta come un tubetto, simile a quello del dentifricio, nel quale è presente una crema di lasagna, da mettere su uno spazzolino di pasta all'uovo e brodo di parmigiano da bere. Viene servita alla fine di un menù degustazione di 10 portate in un locale romano chiamato “Ristorante 1978”. Costo non stratosferico, 100 euro. I curiosi, appassionati di novità culinarie, possono provare la lasagna in tubetto recandosi nel ristorante capitolino guidato da Valerio Braschi. Ma per farlo dovranno aspettare la fine delle restrizioni imposte dall’emergenza Covid.


Di chi è l’idea della crema di lasagna, Valerio Braschi

Il piatto è nato dalla fantasia di Valerio Braschi, giovane chef emiliano di 23 anni, nato a Santarcangelo di Romagna, in provincia di Rimini. Braschi è noto per aver vinto nel 2017 la sesta edizione di "Masterchef", programma televisivo seguito da milioni di spettatori ogni stagione. "L'idea della lasagna in tubetto nasce da un ricordo di quando da bambino la mattina dopo le feste, appena sveglio, mi lavavo i denti con una bella forchettata di lasagne avanzate in frigo dal giorno prima. Un'abitudine che ho mantenuto ancora oggi. Un bellissimo ricordo che ho deciso di riproporre in maniera esplicita", ha spigato lo chef protagonista di Masterchef nel 2017, un ragazzo che molti indiano come uno dei giovani più promettenti del nostro Paese.


Ultima frontiera della degustazione, nel menù spunta la lasagna in tubetto
Tags: Valerio Braschi, Lasagna in tubetto, Masterchef

Share this story: