Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Lampedusa: caso Sea Watch, la nave ha forzato il blocco ed è ferma, da ore, davanti al porto dell'isola in attesa di far sbarcare i migranti, si attendono decisioni delle autorità
- Roma: caso Sea Watch, ira di Salvini contro il comandante della nave, questo è un atto ostile, l'Olanda si faccia carico dei migranti, schierati i carabinieri in banchina
- Roma: governo, ministro Salvini, se il Movimento 5 Stelle continua con i no, trarrò le conseguenze, ma Di Maio è persona seria
- Roma: afa e caldo africano, temperature in aumento, oggi bollino rosso in sei città, appello del ministro Salute Giulia Grillo, al pronto soccorso solo se necessario
- Francia: Notre-Dame, l'incendio dello scorso aprile causato forse da una sigaretta spenta male oppure da un cortocircuito, scartata l'ipotesi dolosa
- Manduria (Ta): anziani torturati da baby gang, altri 9 nuovi arresti, otto sono minorenni, spunta una terza vittima
- Roma: riapre dopo 246 giorni la fermata della metro A di Piazza della Repubblica, resta chiusa, invece, Barberini
- Calcio: i mondiali femminili in Francia, appuntamento su Rtl 102.5, sabato, dalle 15, per Italia-Olanda, chi vince va in semifinale
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
21 dicembre 2018

Usa, lascia il segretario alla Difesa Jim Mattis

La decisione è stata presa dopo i contrasti con il presidente americano Trump per il ritiro delle truppe da Siria e Afghanistan

Con una lettera inviata al presidente americano Trump, il segretario alla difesa, Jim Mattis, ha annunciato le sue dimissioni a fine febbraio: "Poiché lei ha il diritto di avere un Segretario alla Difesa le cui visioni siano meglio allineate con le vostre su queste e altre materie, credo che per me sia giusto lasciare", si legge nel testo. La decisione era nell'aria negli ultimi mesi e sarebbe collegata ai numerosi contrasti con la Casa Bianca. La scelta di fare un passo indietro però è diventata inevitabile con l'annunciato ritiro delle truppe americane da Siria e Afghanistan. Mattis in più occasioni in passato aveva manifestato i suoi dubbi anche sugli attacchi di Trump agli alleati della Nato. Le dimissioni sono state accolte con preoccupazione dal Congresso. Il Tycoon ha scelto invece Twitter per annunciare la scelta del Capo del Pentagono e per assicurare che presto sarà nominato il suo successore.

Usa, lascia il segretario alla Difesa Jim Mattis