Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
-
-
-
- Basilicata: il candidato del Centrodestra Vito Bardi vince le elezioni regionali con oltre il 42% delle preferenze
- Usa: Russiagate, conclusioni procuratore Mueller, nessuna collusione fra Trump e Mosca, Trump, no collusione, no ostruzione, manteniamo grande l'America
- Roma: ius soli, sindaco Milano Sala, Salvini evita il dibattito, è polemica dopo le affermazioni del ministro dell'Interno sul bambino di origine straniera che ha lanciato l'allarme dal bus sequestrato nel milanese
- Lecce: il premier Conte, la mia esperienza politica termina con l'attuale governo
- Londra: Brexit, raccolte oltre 5 milioni di firme per revocare uscita dall'Ue, premier May convoca una riunione di crisi
- Torino: giovane violentata nel parco del Valentino, arrestato il presunto aggressore, è originario della Guinea e irregolare
- Reggio Emilia: neonato di 5 mesi è morto dopo essere stato sottoposto a circoncisione clandestina in casa, i genitori hanno origine ghanese
- Calcio: l'Italia è a Parma, martedì gli azzurri affronteranno il Liechtenstein in una gara per le qualificazioni ai prossimi Europei
- Sport: Biathlon, Dorothea Wierer vince la Coppa del Mondo, la prima italiana della storia
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
06 gennaio 2019

Via le coperte a un clochard, Vicesindaco di Trieste nella bufera

I cittadini portano trapunte e vestiti al senza tetto, richieste di dimissioni per Paolo Polidori

"Caro amico, speriamo che questa notte tu soffra meno il freddo. Ti chiediamo scusa a nome della città di Trieste". E' il messaggio scritto su di un cartello in cartone da alcuni triestini che hanno lasciato vestiti caldi e trapunte sul luogo dove il senzatetto romeno aveva l’abitudine di cercare riparo. Il vicesindaco della città, il leghista Paolo Polidori, due giorni aveva gettato nella spazzatura alcune coperte del senzatetto e se ne era vantato su Facebook. L’interessato – finito nella bufera e criticato anche da acuni esponenti della Lega- ha cercato di scusarsi, sostenendo che lui non è razzista e che pensava che il clochard se ne fosse andato. Da più parti- comunque- è arrivata la richiesta di dimissioni.

Via le coperte a un clochard, Vicesindaco di Trieste nella bufera