Via libera dal Consiglio dei Ministri al Ristori Ter, nel decreto aiuti per 2 miliardi di euro, ok anche allo scostamento di bilancio

21 novembre 2020, ore 11:30

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera, nella notte, al decreto Ristori Ter con misure per 2 miliardi di euro, approvato anche il nuovo scostamento di bilancio per 8 miliardi

Via libera al decreto Ristori Ter

Il Consiglio dei Ministri, la scorsa notte, ha dato il via libera al decreto Ristori Ter che prevede misure per quasi 2 miliardi di euro per sostenere imprese e famiglie messe in difficoltà dall'epidemia di Covid. Nel comunicato diffuso dopo il Cdm è stato precisato che il decreto interviene con un ulteriore stanziamento di risorse pari a 1,95 miliardi di euro per l'anno 2020, destinato al ristoro delle attività economiche che hanno subito, direttamente o indirettamente, le conseguenze delle misure decise dal Governo per contrastare gli effetti dell'emergenza Coronavirus. Il testo prevede anche l'incremento di 1,45 miliardi, sempre per il 2020, dei fondi stabiliti dal decreto Ristori bis, per compensare le attività economiche che operano nelle Regioni che passano a una fascia di rischio più alta. Inoltre sono state incluse le attività di commercio al dettaglio di calzature tra quelle che, nelle zone rosse, potranno richiedere i contributi a fondo perduto. Ed ancora, è stato istituito uno stanziamento di 400 milioni di euro, da erogare ai Comuni, per ulteriori misure urgenti di solidarietà in campo alimentare. È previsto anche l'aumento di 100 milioni di euro, per quest'anno, per il Fondo per le emergenze nazionali, allo scopo di provvedere all'acquisto e alla distribuzione di farmaci per la cura dei pazienti affetti da Covid-19.

Disco verde anche allo scostamento di bilancio

Durante la riunione del Governo, oltre al Ristori Ter, è stato approvato anche un nuovo scostamento di bilancio per totali 8 miliardi di euro. Nel comunicato finale del Consiglio dei Ministri è stato spiegato che questa scelta si è resa necessaria in quanto l’esecutivo intende adottare misure che, in continuità con quelle precedenti, consentiranno di estendere gli interventi previsti a favore degli operatori economici, per il sostegno dei settori produttivi e per il sostegno dei cittadini. In quest'ottica è stata ipotizzata la proroga delle scadenze fiscali di fine anno per complessivi 4,8 miliardi di euro. Secondo indiscrezioni è questo uno degli interventi che dovrebbe essere finanziato con il prossimo decreto Ristori Quater che, salvo sorprese, vedrà la luce dopo il via libera delle Camere alla richiesta di un nuovo scostamento di bilancio approvato, come già detto, la scorsa notte dal Consiglio dei Ministri. Il decreto Ristori Quater, quindi, potrebbe avere il disco verde la prossima settimana o, al massimo, in quella successiva. Le risorse serviranno anche per altri misure per far fronte all'emergenza Covid per l'anno che sta per concludersi.


Via libera dal Consiglio dei Ministri al Ristori Ter, nel decreto aiuti per 2 miliardi di euro, ok anche allo scostamento di bilancio
Tags: Consiglio dei Ministri, Decreto Ristori Quater, Decreto Ristori Ter, Emergenza Covid, Scostamento di bilancio

Share this story: