Wikileaks, Hrafnsson, salverò Assange per il bene di tutti

 12 giugno 2019 | assange, hrafnsson, wikileaks

Queste le parole del nuovo direttore di Wikileaks, il giornalista svedese Kristinn Hrafnsson

A due giorni dall'apertura, a Londra, del processo per l'estradizione di Julian Assange in Usa, il nuovo direttore di Wikileaks, il giornalista svedese Kristinn Hrafnsson, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera."Salverò Julian Assange per il bene di tutti", ha affermato il nuovo direttore. "Il suo non è un procedimento, è una persecuzione. È un caso politico", ha inoltre sottolineato Hrafnsson. "Non vinceremo con la sola forza degli argomenti legali. Per questo bisogna dar vita a una mobilitazione dell'opinione pubblica, perché le sentenze non vengono mai pronunciate nel vuoto". Non si tratta di un processo a una persona o a un'organizzazione, ha proseguito il nuovo direttore Hrafnsson, bensì di "un attacco alla libertà di stampa nel suo complesso, siamo a un passaggio decisivo per la salvaguardia della libertà di tutti i giornalisti"."Siamo di fronte al caso più importante, in questo momento, per la libertà di stampa", dice Hrafnsson. Il procedimento "è basato su un reato di spionaggio che risale alla Prima guerra mondiale e che in 102 anni non è stato mai usato prima contro un giornalista". Il processo ad Assange inizierà tra due giorni a Londra.
Wikileaks, Hrafnsson, salverò Assange per il bene di tutti

Share this story: