Zelensky, Russia venga dichiarata stato terrorista. Oggi riunione degli ambasciatori Ue su sanzioni

29 maggio 2022, ore 12:00

Giorno numero 95 della guerra in Ucraina. La resistenza di Kiev ammette di essere in difficoltà a Severodonetsk, la città assediata dai russi nella regione di Lugansk. Mariupol resta epicentro dell’orrore, i russi buttano cadaveri ucraini in supermercato, è la denuncia del consigliere del sindaco

Le notizie che arrivano dal campo certificano un’offensiva russa inarrestabile. Nella parte est del Paese si registra la situazione più complicata. Le forze ucraine affermano di essere in una "posizione difensiva difficile" a Severodonetsk, la città assediata dai russi nella regione di Lugansk "costantemente bombardata" dagli invasori. Il leader ceceno Kadyrov sostiene che la città è "sotto il completo controllo" delle sue forze, dopo che i russi hanno annunciato la conquista di Lyman. Secondo Kiev, la Russia ha perso oltre il 30% dei suoi carri armati in Ucraina. E gli spazi per la diplomazia restano minimi, ieri i leader di Parigi e Berlino, Scholz e Macron al telefono con il presidente russo Putin hanno chiesto di avviare negoziati seri con Zelensky, di cessare il fuoco e di permettere al grano ucraino di lasciare i porti. Putin ha risposto di essere pronto a sbloccare il grano per evitare una crisi umanitaria globale, ma a fronte della revoca delle sanzioni occidentali. Ma altre sanzioni sono all’orizzonte.

OGGI RIUNIONE DEGLI AMBASCIATORI UE SU SANZIONI IN VISTA VERTICE STRAORDINARIO DI DOMANI

Convocata per questo pomeriggio la riunione degli ambasciatori dei 27 (Coreper). Si tratta dell'ultimo incontro degli sherpa prima del vertice Ue straordinario che si terrà lunedì e martedì: sul tavolo della riunione la bozza delle conclusioni del Consiglio europeo e il dossier del sesto pacchetto di sanzioni alla Russia. Al momento, nel testo delle conclusioni non c'è alcun riferimento alle sanzioni e all'embargo al petrolio e, formalmente, il tema non è inserito negli ordini del giorno del summit dei leader.

MARIUPOL, RUSSI BUTTANO CADAVERI UCRAINI IN SUPERMERCATO

A Mariupol, i russi stanno accumulando cadaveri di ucraini uccisi in un supermercato: lo afferma su Telegram Petro Andriushenko, consigliere del sindaco, citato da Ukrinform. "Nei locali del Schyryi Kum supermarket sul viale Svobody, i russi hanno creato una discarica di corpi dei caduti ucraini riemersi dalle tombe quando hanno cercato di aggiustare le condotte d'acqua e anche cadaveri esumati. Li stanno accumulando come se fossero immondizia", scrive Andriushenko, postando anche una foto diffusa dal canale Telegram 'Mariupol Now', a testimonianza di quanto descrive.

EX MINISTRO AVAKOV, E' GENOCIDIO, SERVE NUOVA NORIMBERGA

A parlare è Arsen Avakov, ex ministro dell'Interno ucraino dimessosi dopo oltre 7 anni di governo meno di un anno prima dell'inizio dell'invasione su vasta scala. Il giudizio che dà è durissimo “La Russia sta effettuando un'invasione militare dell'Ucraina sovrana. Il regime di Putin sta conducendo il genocidio del popolo ucraino, bombardando le nostre città e villaggi, uccidendo, stuprando e rapinando la popolazione civile, mandando le persone nei campi di concentramento. Ma perderà, senza dubbio, e subirà le meritate conseguenze della guerra di aggressione, il collasso dell'economia, il pagamento di enormi riparazioni". E, aggiunge, i criminali di guerra, il governo, i militari che stanno commettendo crimini efferati nelle città occupate, i propagandisti - continua - dovranno affrontare un Tribunale Internazionale, un nuovo grande processo di Norimberga.

Zelensky, Russia venga dichiarata stato terrorista. Oggi riunione degli ambasciatori Ue su sanzioni

ZELENSKY, RUSSIA VENGA DICHIARATA STATO TERRORISTA

"Continuerò a ricordare al mondo che la Russia deve finalmente essere ufficialmente riconosciuta come stato terrorista, stato sponsor del terrorismo". A dichiararlo, nel suo intervento in nottata, è stato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. "Questo è semplicemente vero. Questo è giusto e riflette la realtà quotidiana che gli occupanti hanno creato in Ucraina e sono desiderosi di portare avanti in Europa. E questo deve essere sancito legalmente", ha dichiarato.

Tags: Mariupol, Russia, Sanzioni, Severodonetsk, Ucraina

Share this story: