Luigi Contu a RTL 102.5

In collegamento in Non Stop News

Luigi Contu, direttore dell’Ansa, è intervenuto per parlare del referendum sulla riduzioni dei parlamentari. 

Spero che la gente si appassioni, perché ogni referendum costituzionale è importante, regola il comportamento democratico e il funzionamento del paese, quindi è necessario che tutti si informino. Ma c’è il solito giochetto che, quando si arriva al momento del voto, piuttosto che pensare alla migliore soluzione costituzionale per il bene del paese, alcuni partiti pensano più a cercare consensi, altri sono in difficoltà perché si trovano in una alleanza che li costringe ad essere sulla posizione del si ma che fino a pochi mesi prima erano per il no. C’è una difficoltà dovuta alla necessità di tenere in piedi una maggioranza che fa molta fatica.


Sulla questione scuola il direttore dell’Ansa ha detto: la scuola è uno degli argomenti fondamentali della nostra vita, quindi è importante che il governo arrivi all’appuntamento in ordine. C’è una condizione di emergenza e di tempo che si è perso. La cosa importante, come ha detto il commissario Arcuri, è che adesso arrivino i banchi. Il governo deve fare la sua parte e accelerare per chiudere questa partita, molto importante ma non decisiva. Decisive saranno il rispetto delle regole e dei dettami che vengono dati. Controllare i ragazzi per farli stare con la mascherina, perché con le regole del distanziamento e delle mascherine, la percentuale di rischio crolla. Se le avessimo seguite anche questa estate, compreso il popolo delle discoteche, non saremmo così allarmati.

 


All’interno di Non Stop News, con Giusi Legrenzi, Pierluigi Diaco e Massimo Galanto.

Condividi questo evento: