Matteo Salvini a RTL 102.5

In collegamento in Non Stop News

Ospite a Non Stop News, il leader della Lega Matteo Salvini. Inevitabile partire dalla notizia dell’arresto, questa mattina, del presidente del Consiglio Regionale calabrese, Domenico Tallini, di Forza Italia. Matteo Salvini ha sottolineato di non poter e voler dire nulla sull’inchiesta, come ovvio, ma di conoscere benissimo il titolare della stessa, il dottor Gratteri, a cui ha espresso tutto il suo sostegno e stima. Dal punto di vista politico, però, Matteo Salvini ha chiesto al governo di intervenire immediatamente e nominare un nuovo Commissario alla sanità, anche alla luce di questi ultimi, incresciosi fatti. 

Quanto al momento politico e all’offerta di collaborazione arrivata da Forza Italia, Matteo Salvini ha fatto capire di avere delle perplessità riguardo alla manovra in atto da parte di Silvio Berlusconi. Il leader della lega ha ricordato come il presidente della Repubblica abbia invitato all’unità, il che non significa parlare di inciuci o posti di governo, ma di spirito di collaborazione. 

‘Per quello noi ci siamo, ha ripetuto, mentre in Forza Italia forse c’è chi è interessato anche a parlare di posti’. 

Salvini ha poi aggiunto di non voler pensare che questa disponibilità di Forza Italia nei confronti del governo Conte sia in qualche modo riconducibile ad uno scambio sulle aziende di Silvio Berlusconi. È della scorsa settimana lo scontro politico fra Forza Italia e Lega, per il voto di quest’ultima contrario su un provvedimento che riguardava le aziende dell’ex Cavaliere. Matteo Salvini ha fatto capire, nell’intervista a RTL 102.5, di non voler pensare ad una manovra di ritorsione. Quanto alla polemica scoppiata ieri sul Natale, l’acquisto di regali sul colosso Amazon, il leader della Lega ha chiarito la sua posizione. ‘Non ho assolutamente nulla contro le multinazionali, che siano statunitensi o cinesi, ciascuno faccia quello che preferisce e acquisti i regali dove meglio crede, ha esclamato Salvini, quello che io pretendo è che questi colossi paghino le tasse in Italia e le paghino esattamente come le piccole aziende del nostro paese’. ‘Io sono per la massima libertà di scelta e di espressione di ciascun cittadino, ognuno si regoli come preferisce, nella sfera privata, in amore, con i propri soldi compri ciò che vuole, ma quello che deve essere chiaro è che non si deve permettere ad un singolo colosso di mettere in ginocchio con la sua attività centinaia o migliaia di piccole realtà economiche del nostro paese’. Matteo Salvini ha ulteriormente precisato: ‘Guadagni in Italia, paghi le tasse in Italia, segui le regole italiane. Questa la mia posizione’.



All’interno di Non Stop News, con Giusi Legrenzi, Pierluigi Diaco e Fulvio Giuliani.

Condividi questo evento: