L'attualità, il colore delle Regioni, la situazione e le prospettive per il vaccino

domenica 15 novembre 2020

Nell’appuntamento dell’Indignato Speciale di oggi si è tornato a parlare con gli ascoltatori delle misure per contrastare l’emergenza sanitaria causata dalla seconda ondata di contagi dovuti al coronavirus. Dall’Italia divise in zone di rischio, ognuna con provvedimenti di chiusure ad oc, i festeggiamenti per il Natale messi a rischio dalla prospettiva di un lockdown e le speranze e i dubbi innescati dall’annuncio della casa farmaceutica Pfizer di aver ottenuto un vaccino con un’efficacia del 90%, ben al di sopra delle aspettative.  

Tra gli interventi quello di Anita, dodicenne che sta protestando contro la didattica a distanza andando tutte le mattine davanti alla sua scuola con libri e tablet per seguire le lezioni. Anita ci ha detto che lei sta protestando perché le scuole sono sicure e occorre per gli studenti tornino a frequentarle in presenza. La ministra dell’istruzione Azzolina l’ha chiamata e l’ha rassicurata: sta lavorando per la riapertura. 

L'Indignato Speciale è con Fulvio Giuliani, Andrea Pamparana, Davide Giacalone, Luigi Santarelli e Enrico Galletti.

Condividi questa puntata: